Il Comitato Giovani Veneti all’Estero è espressione concreta della volontà dei giovani di origine veneta sia di essere componenti attivi nella promozione del “Sistema Veneto” presso le rispettive realtà estere che di proporsi come organo di rappresentanza istituzionale e si pone come obiettivo primario lo sviluppo di iniziative bilaterali che portino benefici socio-economici-culturali reali e duraturi.

IL 1° MARZO A VENEZIA L’INCONTRO REGIONE – ASSOCIAZIONI D’EMIGRAZIONE

Martedì 28 Febbraio 2012 11:50
VENEZIA\ aise\ - Rinviato per un improvviso impegno dell’Assessore della Regione Veneto dovuto all’emergenza neve l’incontro del 9 febbraio scorso, le Associazioni d’emigrazione sono state riconvocate da Daniele Stival a Venezia giovedì prossimo, 1 marzo.

Obiettivo dell’incontro il confronto sulla proposta di modifica e di integrazione dell’attuale legge sui “Veneti nel Mondo”, la L.R. 9.1.2003, n. 2, per la quale l’Assessorato ha predisposto una proposta di numerose modifiche e integrazioni. (aise)

http://aise.it/italiani-nel-mondo/politiche-regionali/107085-il-1d-marzo-a-venezia-lincontro-regione--associazioni-demigrazione.html

Stà arrivando Massimo Timpani

È con piacere che il Circolo Veronesi di Erechim annuncia l'arrivo del Maestro d'Arte vicentino Massimo Timpani. Questo rinnomato professionista è per la nostra città attraverso lo scambio tra l'agenzia e SUPERATIVA I ORBY e il Progetto GlobalVEN, promosso dall´assessorato ai flussi migratori della Regione del Veneto. 
In questo scambio, Timpani porterà la sua esperienza professionale e anche viene conoscere il mercato brasiliano, le sue peculiarità, la sua capacità di crescita e di opportunità, e conoscere da vicino il lavoro che l'agenzia di pubblicità esibisce nel settore di negozi di abbigliamento e servizi ad Erechim.
Il Circolo di Erechim Veronesi avrà un ruolo speciale nello svolgimento di un´altra attività che Timpani farà nel nostro territorio. Stiamo organizzando un corso di Vetrinismo che mira a imprenditori, professionisti e studenti con il supporto importante del SIINDILOJAS ALTO URUGUAI e del CDL Erechim
http://veronesinelmondoerechim.blogspot.com/2012/02/esta-chegando-massimo-timpani.html


GIOVEDI’ 23 IN GIUNTA REGIONALE IL SIMBOLICO “VIA” AD UN RAID CICLISTICO DI 2.900 CHILOMETRI IN SUDAMERICA

VNM : “Bici e radici”: 10 ciclisti veneti in partenza per il Sud America. 2.900 km attraverso Brasile, Argentina e Cile per incontrare le comunità di corregionali http://vimeo.com/37314949


Bici e Radici da Regione del Veneto su Vimeo.

IN GIUNTA REGIONALE IL SIMBOLICO “VIA” AD UN RAID CICLISTICO DI 2.900 CHILOMETRI IN SUDAMERICA


GIOVEDI’ 23 IN GIUNTA REGIONALE IL SIMBOLICO “VIA” AD UN RAID CICLISTICO DI 2.900 CHILOMETRI IN SUDAMERICA

Comunicato stampa n° 322 del 21/02/2012

(AVN) Venezia, 21 febbraio 2012

Prenderà simbolicamente il via giovedì prossimo 23 febbraio alle ore 11.00 da palazzo Balbi, con un incontro dei protagonisti con l’assessore ai flussi migratori Daniele Stival, un raid in bicicletta di 10 appassionati ciclisti veneti, che percorreranno 2900 chilometri attraverso Brasile, Argentina e Cile per allacciare contatti e conoscenze con le comunità degli emigrati veneti presenti in gran numero in quei Paesi.

L’iniziativa, significativamente battezzata “bici e radici” è dell’Associazione Veneti nel Mondo Onlus di Camisano Vicentino, gode dell’appoggio della Regione del Veneto ed ha tra i suoi partners all’estero il Comitato delle Associazioni venete in Argentina, l’Associazione Imprenditori Veneti del Cile, l’Associazione Veneta di Concordia, nello Stato brasiliano di Paranà, l’Associazione Ligure di Valparaiso in Cile. Della partita saranno anche la Federazione delle Associazioni Venete del Paranà e il Comitato Veneto del Rio Grande do Soul (Brasile).

http://www.regione.veneto.it/Notizie/Comunicati+Stampa/Febbraio+2012/322.htm


VIDEO PRESENTAZIONE :

http://vimeo.com/37314949

Galleria Fotografica

BICI E RADICI - 23 FEBBRAIO 2012 -

Http://venetinelmondo.regione.veneto.it/?page_id=6&album=2&gallery=55

In bici in Sudamerica in omaggio itinerari emigranti veneti Progetto 'Bici&Radici' associazione Veneti nel mondo di Camisano

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/veneto/2012/02/23/visualizza_new.html_103248372.html

Da Venezia al Sudamerica: 10 ciclisti alla ricerca dei veneti nel mondo

http://www.vicenzapiu.com/leggi/da-venezia-al-sudamerica-10-cicliti-alla-ricerca-dei-veneti-nel-mondo

Anche Salvagnin a "Bici & Radici"

http://www.vicenzapiu.com/leggi/anche-salvagnin-a-bici-radici#articlecontent

DA PALAZZO BALBI AL SUD AMERICA

http://www.cronacadelveneto.com/index.php?id_news=9078;
[PDF] http://www.web4admin.com/pdf/O3cBj1X2OV4KIqDsIxBA.pdf

In bici in Sudamerica in omaggio itinerari emigranti veneti

http://notizie.tiscali.it/regioni/veneto/feeds/12/02/23/t_01_01_2012-02-23_123759569.html?veneto&sub=ultimora

Il 23 febbraio l’assessore Stival a colloquio con i protagonisti dell’impresa promossa dall’Associazione Veneti nel Mondo di Camisano Vicentino

“Bici e radici”: 10 ciclisti veneti in partenza per il Sud America. 2.900 km attraverso Brasile, Argentina e Cile per incontrare le comunità di corregionali

http://www.mclink.it/com/inform/art/12n03624.htm

Maggiori informazioni:
http://www.venetinelmondo-onlus.org/notizia.asp?ID=559
http://www.facebook.com/pages/Associazione-Veneti-nel-Mondo-onlus/207330955966350

Aldo Rozzi Marin
Presidente
Associazione Veneti nel Mondo Onlus
Via Brigata Orobica n. 9 int. 1 - 36043 Camisano Vicentino (Vicenza)
Tel. 39 0444 611699 / Fax 39 0444 413280
Email: presidenza@venetinelmondo-onlus.org
http://www.venetinelmondo-onlus.org/ - http://www.globalven.org/

NICOLÒ MONALDI AI PRESIDENTI DELLE ASSOCIAZIONI VENETE

UN'INVITO AD UNA PROFICUA COLLABORAZIONE NEL SOSTEGNO DELLE PROGETTUALITÀ RIVOLTE AI GIOVANI VENETI IN VENETO E ALL'ESTERO

Verona, 14.02.12:

Gentili Presidenti,

                         nella elezione del 4 febbraio scorso a Padova sono stato nominato, dall'Assemblea dei Giovani appartenenti alle Associazioni accreditate, Coordinatore per l'anno 2012.

Una grande soddisfazione e al contempo una responsabilità che è mia intenzione ottemperare nel modo migliore a favore dell'associazionismo di cui facciamo orgogliosamente parte.

Scendo immediatamente nel dettaglio operativo, in attesa di poterVi conoscere personalmente.

Gli obiettivi che è mia intenzione perseguire in questi dodici mesi sono i seguenti.

1) Conferma e consolidamento del Meeting dei Giovani

2) Modifica, sostegno e sviluppo delle borse di studio attualmente attive con l'Università di Padova e poco utilizzate dagli Oriundi

3) Implementazione dei rapporti tra i Giovani Veneti in Italia e all'Estero.

Ognuna di queste tre sfide ricopre un ruolo assai importante per i nostri giovani e sono certo di poter contare sul Vostro prezioso aiuto per raggiungere gli obiettivi preposti.

In relazione al punto "3", cui tengo particolarmente, ho intenzione d'impegnarmi a fondo per favorire i progetti relativi a "scambi/stage" professionali anche in virtù del rapporto di stima personale che mi lega a Fabio Sandonà, Coordinatore dei Giovani all'Estero con cui mi confronto settimanalmente sull'andamento dei progetti.

Cercherò inoltre di sfruttare la maggiore vicinanza geografica per farmi portavoce con l'Assessore Stival delle istanze giovanili delle Federazione Estere: ho preso in tal senso un impegno specifico con lo stesso Sandonà.

Una sfida importante, ma resa più semplice dal  poter contare sull'apporto fondamentale e propositivo dei miei due VicePresidenti, Alvise Caniello e Fabio Pregnolato cui va fin d'ora il mio ringraziamento.

A tutti Voi raccomando la massima collaborazione e la critica, laddove necessaria, per orientare al meglio gli sforzi del Coordinamento.

A tal proposito chiedo d'indicarmi, ciascuno per la propria Associazione, il giovane delegato che la rappresenterà per l'anno 2012. Si tratta di un passaggio fondamentale per iniziare ad operare concretamente con i delegati incaricati.

Comunico infine che, in merito al progetto Italia-Brasile che prevede l'invio di un giovane per ogni Associazione alla scoperta "dell'ottava provincia veneta", sono costantemente informato ma ho ritenuto opportuno delegare Marco Di Lello alla chiusura di un progetto che lo ha visto tra gli ideatori. Ciò in segno di continuità con il passato nell'interesse comune.

Resto comunque a disposizione e sarò felice di ascoltare le problematiche relative al progetto con l'obiettivo di aiutare lo svolgimento dello stesso.

Con i migliori auguri di buon proseguimento.

Nicolò MonaldiCoordinatore Giovani Veneti

STIVAL RICEVE IL VICEPRESIDENTE DELLA CONSULTA LUCIANO SACCHET

“URUGUAYANO” DI CESIOMAGGIORE, È IN VENETO PER SVILUPPARE RAPPORTI ECONOMICI. GIÀ DEFINITO CONTRATTO MILIONARIO IN SUDAMERICA PER UN’AZIENDA VENETA.

Venezia, 10 febbraio 2011





Il rapporto tra il Veneto ed i suoi emigrati nel mondo sta velocemente evolvendo: sempre di più infatti i contatti servono a realizzare scambi economici ed affari che coinvolgono l’imprenditoria veneta e che possono valere milioni di euro. Una realtà che è emersa con chiarezza oggi a palazzo Balbi, sede della Giunta regionale, dove l’assessore ai flussi migratori Daniele Stival ha incontrato il vicepresidente della Consulta dei Veneti nel Mondo Luciano Sacchet. Sacchet, di origini bellunesi (la sua famiglia è di Cesiomaggiore), è nato a Montevideo in Uruguay, dov’è diventato un affermato e stimato imprenditore, e in questi giorni è in “missione” in Veneto con l’obiettivo di concretizzare l’avvio di importanti rapporti economici tra imprese venete ed uruguayane. Non chiacchiere, ma fatti, tant’è che Sacchet tornerà in Uruguay con una commessa milionaria per un’azienda veronese. “Nelle nostre vene – ha detto Sacchet ringraziando Stival per l’impegno della Regione nel mantenere vivo il contatto con i Veneti nel Mondo – scorre sangue Veneto, ed in questa difficile congiuntura economica vogliamo e possiamo essere utili all’imprenditoria di questa Regione. Per tanti anni abbiamo avuto bisogno di aiuto e voi ce l’avete dato – ha detto Sacchet a Stival – e ora pensiamo di avere l’occasione per ricambiare. Nei paesi dove viviamo, principalmente quelli del Mercosur, l’economia sta crescendo e la stima di cui la comunità veneta può contare in tutti questi territori è una formidabile base di partenza per favorire contatti e contratti che magari l’imprenditoria veneta da sola farebbe fatica ad attivare”. Grazie al lavoro “diplomatico” delle associazioni dei Veneti nel Mondo e all’intervento di Unioncamere, ad esempio, in 3 Comuni di Uruguay, Brasile e Argentina verrà realizzato un progetto finanziato dall’Ue in materia di smaltimento dei rifiuti; mentre la stessa impresa di Sacchet sta lavorando al potenziamento dell’aeroporto di Montevideo utilizzando materiali e tecnologie italiane e venete. “Questi – ha detto Stival – sono esattamente i risultati ai quali abbiamo puntato con la nuova impostazione data dalla Giunta Zaia ai rapporti con i nostri emigrati e oggi Sacchet ci ha portato davvero belle notizie. Fino a pochi anni fa – ha sottolineato l’assessore – ci si ritrovava per ricordare, oggi lo si fa per crescere tutti assieme, veneti del Veneto e Veneti nel Mondo”. Stival e Sacchet hanno anche colto l’occasione per un confronto sulle iniziative da attivare nel 2012 e sui contenuti da dare al prossimo meeting annuale della Consulta. Rammarico è stato espresso da entrambi per le polemiche che hanno accompagnato gli stanziamenti previsti dalla Giunta per il bilancio 2012. “Tanti veneti in tante parti del mondo – ha detto Sacchet – ci sono rimasti male, ma non vogliamo rinfocolare polemiche: probabilmente si è trattato solo di poca conoscenza della realtà e delle dinamiche che regolano la vita e l’esistenza dei veneti nel mondo, che sono estremamente complesse e proprio per questo non è una colpa non conoscerle a fondo”.

EQUIPAGGIO UNIVERSITA’ VENEZIANE VINCE L’INTERNAZIONALE DEL CAPODANNO CINESE

A Sydney i leoni veneti stravincono le regate di dragon boat

Comunicato stampa del 05 febbraio 2012
A cura della Segreteria Venice Canoe & Dragon Boat
e-mail:
venicecanoe@venicecanoe.compresidente@venetocanoa.it
mobile: +39.335.8177188 (in Italia) - mobile: 0452.603171 (in Australia)


Ventimila spettatori, duemila atleti, tanto sole e l’equipaggio Università Veneziane vincitore dell’internazionale del Chinese New Year Dragon Boat Festival a Sydney, in Australia.

“Non ci hanno fatto partecipare alla finale assoluta” – commenta Andrea Bedin, capitano dell’equipaggio – “altrimenti avremmo rischiato di portare a casa l’oro”. “Abbiamo vinto entrambe le nostre batterie di qualificazione, facendo registrare uno dei migliori tempi della giornata” – continua Bedin – “ma il regolamento quest’anno prevedeva la partecipazione ad una sola finale”.

“Siamo comunque molto soddisfatti” – conclude Bedin – “anche perché abbiamo vinto con una barca di vantaggio sull’Aerodragons di Los Angeles”.

Subito dopo le gare Andrea Bedin ha rilasciato un’intervista alla SBS Radio.

 “Abbiamo creduto in questa trasferta ed i risultati ci hanno dato ragione” – afferma Maria Balanos, Team Leader dell’equipaggio – “ma il successo dell’iniziativa è l’insieme di molti fattori, tra cui rinnovata accoglienza ricevuta dalla comunità veneta locale”.

“Ci terremo a ringraziare” – continua Balanos – “le Università Ca’ Foscari e IUAV, il Cus Venezia, il Comune ed la Provincia di Venezia, la Federazione Italiana Canoa Kayak, la LottoSport per la fornitura del vestiario e la Regione del Veneto, che già nella trasferta del 2010, attraverso l’unità di progetto Flussi Migratori, aveva creato i presupposti per l’incontro tra l’equipaggio e la Federazione Veneta del NSW.

L’equipaggio Università Veneziane era composto da Andrea Bedin (capitano), Maria Balanos (team leader), Roberto Olivotto, Paolo e Carlo Ganzerla, Mario Maraldo, Martina Santi, Michele Semprebon, Mauro Rossetti, Andrea Bolzoni, Antonio Loria, Susan Berry, Veronica Giles-Cook, Fiona Mischlewski, Jenny Porter, Rachel Giang, Robyn Bruce, Nicola Frowes, Gavin Godfrey (timoniere).

Tempo di vittoria dell’Eq. Universities of Venice – 1’02”52

foto 1 equipaggio Università Veneziane dopo la vittoria Sydney 5 febb 2012; 
foto 2 gruppo equipaggio università veneziane dopo la vittoria - Sydney 5 febb 2012; 
foto 3 equipaggio università veneziane premiato per la vittoria.

Andrea Bedin
Direttore Sportivo
Mobile: +39.335.8177188
VENICE CANOE & DRAGON BOAT
ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA
E DI PROMOZIONE SOCIALE
Iscritta al Registro Coni al n. 32897
Iscritta al Registro Regionale Associazioni di Promozione Sociale al n. 164VE
Sede Sociale: Cannaregio, 3163
Sede Nautica: C.N. Sacca S Biagio
Casella Postale 372 - 30100 - Venezia Italia
Tel / Fax +39.041.722783
Mobile: +39.334.9566321
e-mail info@venicecanoe.com
Web site: http://www.venicecanoe.com/

NICOLÒ MONALDI È IL NUOVO COORDINATORE DEL COORDINAMENTO DEI GIOVANI VENETI NEL MONDO

Sabato 4 febbraio, a Padova si è tenuto l’incontro del Coordinamento dei Giovani Veneti nel mondo.

Punto importante dell’ordine del giorno la nomina del nuovo coordinatore. Per l’anno 2012 la carica sarà assunta dal rappresentante della Veronesi nel Mondo, Nicolò Monaldi. Al suo fianco, come vice, ci saranno Alvise Canniello, della Veneziani nel Mondo e Fabio Pregnolato, della Migrantes.

I rappresentanti del coordinamento nel complimentarsi con i nuovi eletti hanno ringraziato Marco Di Lello per il lavoro svolto negli ultimi due anni come coordinatore.

Durante la riunione si è discusso sulla Consulta dei veneti nel mondo, sul prossimo Meeting che si terrà a Villorba, sulla meritocrazia attiva e su un progetto presentato dal Comitato Giovani veneti all’estero che coinvolgerà 13 giovani residenti in Veneto, e appartenenti al mondo dell’Associazionismo, per un viaggio nel Rio Grande do Sul dal 26 marzo al 10 aprile 2012.

Anche il Comitato dei Giovani Veneti all'Estero si congratula con i delegati sopra eletti e si ripropone una sempre piu' stretta collaborazione con il Coordinamento Veneto in modo da ampliare e diffondere le opportunita' di sviluppo socio-economico tra le varie nostre realta' associative.

Da sinistra vice-coordinatore 2012 Fabio Pregnolato (Migrantes),Claudia Maria Stella (rappresentante Ente Vicentini nel Mondo),coordinatore 2012 Nicolo' Monaldi (Veronesi nel Mondo),vice-coordinatore 2012 Alvise Canniello (Associazione Veneziani nel Mondo) e ex coordinatore Marco di Lello (Associazione Polesani nel Mondo)

Il gruppo con i rappresentanti del coordinamento dei Giovani Venenti nel Mondo

Sconfinando: Veneti nel Mondo a Porto Viro e Zurigo 2011

4° Giornata dei veneti nel mondo - "Festa dell'Emigrante" tenutasi a Porto Viro, nella quale si ricorda il lavoro svolto dagli emigranti veneti.

Cultura, tradizioni e valori veneti espressi all'estero che si ritrovano anche in realtà vive e radicate come quella di Zurigo in Svizzera.

Fabrizio Nonis, al seguito dell'assessore ai flussi migratori Daniele Stival, ci accompagna alla scoperta delle comunità dei veneti nel mondo.

Sconfinando: Veneti nel Mondo a Porto Viro e Zurigo 2011 - 1° parte



Sconfinando: Veneti nel Mondo a Porto Viro e Zurigo 2011 - 2° parte

UNIVERSITA' VENEZIANE A SYDNEY

Comunicato stampa del 02 febbraio 2012
a cura della Segreteria Venice Canoe & Dragon Boat
cell. 335.8177188
australian contant 0424051679


L'equipaggio di dragon boat accolto dai Veneti e dal Console

Un momento unico quello vissuto mercoledi 1 febbraio 2012 dagli studenti che compongono l'equipaggio che domenica partecipera' alle regate del Capodanno Cinese di dragon boat nelle acque di Darling Harbour, nel centro della citta' di Sydney, in Australia. La Federazione Veneta del New South Walles, uno dei sette Stati australiani di cui Sydney e' la capitale, ha organizzato presso l'Ashfield Catholic Club un gemellaggio tra il gruppo guidato dal Presidente FederCanoa veneto Andrea Bedin e i rappresentanti delle associazioni "fameje" venete locali. Presente una folta rappresentanza dei Veneto Youth, i giovani veneti, a dimostrazione di quanto interesse ha suscitato l'incontro, gia' realizzato durante l'analoga trasferta del febbraio 2010. Ospite d'onore il Presidente FederCanoa italiano Luciano Buonfiglio, di passaggio nella terra dei canguri per monitorare il lavoro delle Squadre Nazionali in allenamento a Penrith ed a Noosa. Ed alla serata non ha voluto mancare il Console Generale italiano a Sydney Sergio Martes, che ha assunto l'incarico lo scorso agosto. L'iniziativa, che vuole mettere in contatto gli studenti-atleti veneti con quelli che potrebbero essere gli amici dei propri nonni o i figli e nipoti di questa gente che in varie epoche del secolo scorso sono migrati in Australia, rappresenta una grande occasione per poter trasmettere attraverso i membri dell'equipaggio delle Universita' Veneziane ai propri compagni di studio il messaggio di sacrificio e successo di quella che ormai e' una grande realta' italiana all'estero. Non sono mancati reciproci attestati di stima tra le Autorita' intervenute. Maurice Bonotto, neo presidente della Federazione Veneta del NSW, ha sottolineato come la presenza dell'equipaggio veneto dia orgoglio a tutti gli italiani d'Australia.

Andrea Bedin, nella veste di capitano dell'equipaggio, ha sottolineato quanto sia piu' sentita l'italianita' ed il senso di appartenenza dagli italiani all'estero. Il Presidente Luciano Buonfiglio ha paragonato il sacrificio dei Veneti ed italiani che sono migrati a quello dell'atleta che vuole vincere. Il Console Sergio Martes ha sottolineato l'apprezzamento per la Federazione Veneta del NSW quale promotrice del valori italiani, sia per i locali, sia per tutta labepi Penisola. Tutte le autorita' si sono complimentate per l'organizzazione dell'evento con il Comm. Giuseppe "Joe" "Bepi" Fin e la Sig.ra Ivana Smaniotto, rispettivamente past president e segretaria della Federazione Veneta del NSW.

Appuntamento ora e' Domenica 5 febbraio dove alle ore 10:50, 13:10, 14:30 e 15:30 locali l'equipaggio dovra' cimentarsi in una doppia batteria e nelle finali di categoria ed assoluta (migliori 6 equipaggi nelle finali A, a seguire, nelle finali B e C).


 foto 1 gemellaggio: da sx Bonotto, Fin, Martes, Buonfiglio, Bedin

foto 2 gemellaggio: equipaggio Universita' Veneziane con Console Martes e Pres. Bonotto

foto 3 gemallaggio: equipaggio Universita' Veneziane con associazioni venete ed Autorita'


Andrea BedinDirettore Sportivo
Mobile: +39.335.8177188

VENICE CANOE & DRAGON BOAT
ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA
E DI PROMOZIONE SOCIALE
Iscritta al Registro Coni al n. 32897
Iscritta al Registro Regionale Associazioni di Promozione Sociale al n. 164VE
Sede Sociale: Cannaregio, 3163
Sede Nautica: C.N. Sacca S Biagio
Casella Postale 372 - 30100 - Venezia Italia
Tel / Fax +39.041.722783
Mobile: +39.334.9566321
e-mail info@venicecanoe.com
Web site: http://www.venicecanoe.com/

Concluso Corso Cinema Veneto - Mar del Plata (Argentina)

Il 22 dicembre nel salone principale della Società Italiana “Le Tre Venezie” di Mar del Plata si è svolta la cerimonia di chiusura della seconda edizione del corso di cinema finanziato dalla Regione Veneto, e tenutosi dal 15 dicembre al 22 dicembre all’Istituto ETER (scuola di giornalismo e cinema) di Mar del Plata: una intensa settimana di lezioni teoriche e pratiche e di interviste.

L’iniziativa è stata portata avanti grazie all’Accademia Veneta dello Spettacolo di Rovigo assieme al Comune di Porto Viro (provincia di Rovigo), al finanziamento della Regione Veneto, attraverso progetti orientati ai veneti all’estero, e al coordinamento in Argentina del CAVA (Comitato delle associazioni venete in Argentina) e, localmente, della Gioventù Veneta della Società Italiana Le Tre Venezie di Mar del Plata, sotto l’auspicio del Consolato d’Italia a Mar del Plata, del Comites, della Dante Alighieri e del Comune di Mar del Plata. Alla presenza del presidente e del segretario de Le Tre Venezie, Enrique Brunato e Beppino Bertoldi, Vittorio Dragonetti dell’Ufficio Scuola del Consolato d’Italia a Mar del Plata, Marco Di Lello , presidente dell’Accademia Veneta dello Spettacolo nonché coordinatore dei Giovani Veneti nel Mondo, Marcelo Carrara, delegato Cava a Mar del Plata ed organizzatore del corso, e i docenti del corso, Miguel Monforte, Andrea Bergamasco e Carlo Romanato, hanno consegnato l’attestato di partecipazione al corso ai 15 allievi, che hanno ringraziato per la possibilità data da tutti gli enti organizzatori di formare le nuove generazioni nel settore del cinema (tecniche audiovisive), concludendo con il secondo documentario sui veneti a Mar del Plata ( dopo quello dell’anno scorso denominato “Veneti a Mar del Plata”) dedicato agli imprenditori di origine veneta.

Poi sono stati consegnati anche i diplomi ai quattro intervistati: Luigi Simionato, oriundo di Castelminio (Treviso) che ha ditta tipografica da oltre 50 anni; il giornalista Daniel Bertagno, di origini bellunesi, capo redazione delle notizie del Canale 8 di Mar del Plata (il primo canale di tv dell’interno dell’Argentina dopo quello di Buenos Aires), che per anni ha condotto il telegiornale più visto nella provincia intorno alla citta balneare; Cristina Marcon, di origine trevigiana, imprenditrice del settore ricreativo-gastronomico, promotrice del parco acquatico “Acquapolis” di Mar del Plata nonché di altre iniziative; Jose Basso, di origine di Vedelago, che negli anni ‘70 ha creato la fabbrica ed il marchio “Alpine Skate” , leader in Argentina nella produzione e distribuzione di giacche sportive (skate, sci, montagna) nonche sponsor ufficiale del Dakar rally che il 1 gennaio 2012 partirà da Mar del Plata per arrivare a Lima (Peru).

Subito dopo, Marco di Lello ha consegnato a nome del sindaco di Porto Viro, Geremia Gennari, una targa di amicizia per la Societa Italiana Le Tre Venezie, per gli anni di lavoro insieme per portare avanti le iniziative del cinema. Di Lello ha anche donato dei libri a nome dell’Accademia Veneta dello Spettacolo. In seguito Beppino Bertoldi, ha dato in omaggio a Marco Di Lello manifesti e libri che riguardano la comunità veneta locale e la storia della Società Italiana Le Tre Venezie, lasciando la porta aperta per un terzo documentario sulla figura del padre Luigi Varetto, della comunità di Don Orione, il quale da Padova è venuto a Mar del Plata a costruire una comunita religiosa durante 60 anni.

Per concludere, brindisi finale e preparazione dello spriz veneto nella Sala delle Tre Venezie, ricreando un’atmosfera da piazza veneta.

Spazio Giovane