Il Comitato Giovani Veneti all’Estero è espressione concreta della volontà dei giovani di origine veneta sia di essere componenti attivi nella promozione del “Sistema Veneto” presso le rispettive realtà estere che di proporsi come organo di rappresentanza istituzionale e si pone come obiettivo primario lo sviluppo di iniziative bilaterali che portino benefici socio-economici-culturali reali e duraturi.

17° CORSO DI ECONOMIA E DIRITTO INTERNAZIONALE

L.R. 2/2003, Art. 11 – Programmi formativi per giovani oriundi veneti anno 2011

17° CORSO

"LA REALTA' SOCIO-CULTURALE-PRODUTTIVA DEL VENETO. L’ECONOMIA E IL DIRITTO INTERNAZIONALE NELL’INTERSCAMBIO COMMERCIALE CON I PAESI DI PROVENIENZA"

Vicenza 18 Febbraio – 15 Marzo 2013

La presente iniziativa di formazione, organizzata in partnership con la Camera di Commercio IAA di Vicenza e con la Fondazione Giacomo Rumor-Centro Produttività Veneto, con il contributo della Regione Veneto, è rivolta a giovani oriundi veneti di età compresa tra i 18 ed i 39 anni con ottima conoscenza della lingua italiana e ha come obiettivo di far conoscere ai discenti la realtà economico-produttiva del Veneto, la cultura e le tradizioni della nostra società, che sono state il vettore del successo di quest’area.

Altro obiettivo principale è quello di fornire elementi professionalizzanti per quanto riguarda i diversi aspetti che caratterizzano gli interscambi commerciali con i loro Paesi di residenza.

L’azione formativa,  che si avvale della qualificata esperienza della “Fondazione Giacomo Rumor-Centro Produttività Veneto”, sarà svolta da docenti di fama nazionale e internazionale che operano come consulenti o dirigenti di importanti aziende che attuano l’import/export di beni durevoli, semi durevoli e di largo consumo e da esperti del mondo della cultura e dell’arte, delle professioni, dell’economia, del mondo associativo ed istituzionale.

L’iscrizione al corso avviene mediante la compilazione dell’apposito modulo che dovrà essere inviato alla Segreteria dell’Ente Vicentini (tel. 0444/325000 - fax 0444/528124 – e-mail: info@entevicentini.it) entro e non oltre il 24 AGOSTO 2012 .

La Commissione Cultura dell’Ente analizzerà le domande pervenute, dando successiva conferma di partecipazione a coloro che verranno selezionati.

I partecipanti beneficeranno dell’iscrizione gratuita al corso, del soggiorno e di un contributo massimo del 50% sulle spese di viaggio, e comunque non superiore a € 500,00: la corresponsione di tale contributo avverrà tramite la presentazione del biglietto aereo A/R, valido per due mesi, in classe economica.

La realizzazione del corso è subordinata all’erogazione del contributo da parte della Regione Veneto, cosa di cui coloro che spediranno la richiesta di partecipazione entro e non oltre il 18 luglio 2012, verranno informati.

[DOC] Clicca qui per scaricare la scheda di richiesta di partecipazione (dal sito esterno dei Vicentini, al momento è vietato l'accesso) 

PROGRAMMA
  • Ambientamento degli allievi, aspetti socio-culturali e artistici del Veneto, esercitazioni di lingua italiana: ore 36
  • L’economia Nazionale (cenni) e l’economia Veneta (cosiddetto Modello Veneto) – Le Pubbliche Istituzioni, gli Enti e le Associazioni di Categoria a supporto del tessuto economico e produttivo del Veneto: ore16
  • Argomenti tecnici relativi all’organizzazione aziendale, al marketing internazionale, agli aspetti giuridici e alla contrattualistica internazionale, alla tecnica dei trasporti, alla tecnica valutaria, alle procedure doganali, alla normazione e certificazione e alle azioni promozionali degli Enti Pubblici: ore 66
  • Modulo formativo avanzato di informatica - internet e commercio elettronico - ore 8
  • Visite di studio ad aziende del Veneto che operano l’interscambio commerciale con l’estero e in modo particolare con i Paesi di provenienza degli allievi. Durante queste visite verranno organizzate delle relazioni, tenute da responsabili delle aziende, che porteranno a conoscenza degli allievi le strategie attuali e future relative al commercio con l’estero: ore 24
A tutti i partecipanti al corso verrà consegnata un’ampia documentazione sugli argomenti trattati su supporto informatico, sotto forma di libri di testo e dispense appositamente predisposte.
Il corso sarà seguito, per tutta la sua durata, da un Tutor espressamente selezionato, con funzioni di controllo dell’andamento dell’attività formativa, di organizzazione giornaliera delle esigenze degli allievi e dei docenti; il Tutor gestirà e seguirà i contatti diretti con le aziende coinvolte e curerà la riproduzione e la distribuzione del materiale didattico a supporto dell’iniziativa.
Fonte: Sito Ente Vicentini

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE DEL VENETO LUCA ZAIA HA PARTECIPATO AL 20° RADUNO DEI TREVISANI NEL MONDO.

ZAIA: RENDO OMAGGIO A GENTE BENEMERITA, CHE NON E’ ANDATA ALL’ESTERO A RIEMPIRE LE CARCERI, MA A PORTARE LAVORO E VALORI

Pian del Cansiglio, 29 luglio 2012
Una festa di vite vissute dall’altra parte del mondo, di uomini e donne, una festa di colori e canti, di sentimento religioso nel ricordo dell’epopea dell’emigrazione veneta e nel tentativo di leggere la situazione attuale, con la crisi economica che sta innescando un nuovo fenomeno migratorio dal Veneto, seppur con caratteristiche molto diverse dai tempi andati. E’ stato questo, in sintesi, il cuore del 20° Raduno dei Trevisani nel Mondo – memorial Mario De Luca tenutosi oggi a Pian del Cansiglio alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, di oltre 50 sindaci della Marca, di esponenti di tutte le Istituzioni trevigiane, del presidente uscente dell’Associazione Giuseppe Zanini, che lascia dopo 30 anni ed è stato calorosamente salutato e ringraziato da Zaia per il grande ed appassionato lavoro svolto.

Dopo la sfilata di decine di labari delle associazioni e di una miriade di bandiere degli Stati di provenienza dei nostri migranti, e la messa celebrata dal Vescovo di Buenos Aires Antonio Juan Baseotto, Zaia ha rivolto un breve saluto alle migliaia di presenti. “Perché sono qui? – ha esordito Zaia parlando in lingua veneta – Perché voglio portare l’omaggio del Veneto a gente benemerita, a veri veneti che per il Veneto hanno fatto tantissimo”.

“Quando vado all’estero – ha aggiunto il presidente – non mi presentano le liste degli immigrati carcerati, ma mi parlano con rispetto e ammirazione di voi, di quanto grandi siete stati e siete, di quanti e quali valori come onestà, laboriosità, solidarietà, rispetto abbiate portato in tutti i Paesi dove vi siete stabiliti”.

“Nel mondo – ha proseguito – voi non siete andati a riempire le carceri, ma a portare l’essenza del Veneto migliore, a lavorare, a contribuire alla crescita economica di quei Paesi. Oggi noi vi dobbiamo un grande grazie, e anche delle scuse, perché tornando avete trovato una brutta situazione di crisi. Ne usciremo – ha detto Zaia – facendo come fanno i veneti: rimboccandoci le mani, lavorando e accettando, se necessario, qualche cambiamento negli stili di vita se solo pensiamo che in Italia, ogni giorno, si spreca l’equivalente di 600.000 pasti”.

Zaia ha anche fatto riferimento ad un nuovo “fenomeno migratorio dal Veneto, causato dalla crisi e dalla voglia dei nostri giovani di costruirsi un futuro. Noi – ha detto – vogliamo garantirglielo qui e siamo già al lavoro per crearne le condizioni”. Zaia ha infine risposto alle polemiche dei giorni scorsi sui sostegni regionali al settore dell’emigrazione: “abbiamo la precisa volontà – ha detto – di mantenere in vita questa rete, preziosa per le relazioni che sa creare e per i valori che rappresenta”.

“Attendo con impazienza – ha aggiunto l’assessore ai flussi migratori Daniele Stival – l'approvazione della nuova legge che ho presentato in Consiglio Regionale a favore del settore dell’emigrazione soprattutto in questo periodo di crisi economica. Credo che sia fondamentale sostenere e mantenere salda la rete che ci unisce ai nostri emigrati e che ci permette di costruire giorno per giorno relazioni sociali, economiche e culturali importanti per il nostro territorio e per le generazioni future”.

Fonte: http://venetinelmondo.regione.veneto.it/?p=1424

ARTICOLO SULL'ECCELLENZA VINICOLA DEL VENETO - "THE AGE"

28 Luglio 2012
Segnaliamo un'interessante articolo (in inglese) apparso sul quotidiano principale di Melbourne - Australia "the Age": il prosecco Veneto prodotto nella zona di Valdobbiadene - Conegliano (TV) apprezzato per la sua unicita'.

Fonte: http://www.theage.com.au/travel/activity/food-and-wine/the-bubble-ive-seen-20120726-22u2j.html

COLLABORAZIONI VENETO-RIO GRANDE DO SUL (BRASILE)

NUOVO SITO E PARTNERSHIP COMMERCIALE NEL VECCHIO CONTINENTE.




La SUPERATIVA I ORBY consegna il suo primo lavoro “europeo” ed inaugura una partnership che promette ottimi risultati.

È già online il sito che è stato costruito per l´azienda OFFICINA CREATIVA STUDIO di MASSIMO TIMPANI, localizzata a Vicenza, Italia e che opera nel settore del Visual Merchandising.

L’opportunità di svolgere questo lavoro è venuta fuori quando dalla presenza del Maestro Massimo Timpani a Erechim durante un scambio commerciale promosso dalla Regione Veneto.

Il risultato di questo scambio è stato così positivo che l’idea naturale è stata quella di sporstarlo anche in l’Italia. Così la SUPERATIVA I ORBY si è unita all`OFFICINA CREATIVA per offrire suoi servizi verso il mercato italiano nel campo della comunicazione, vale a dire: pubblicità, internet e grafica.

L’idea di rinnovare il sito è venuta da una analisi che ci ha dimostrato che il sito non traduceva in maniera corretta l’eccellenza dei lavori forniti ed eseguiti per la società, inoltre, la modifica è diventata necessaria per visualizzare in modo più chiaro e completo l’intera portata dei servizi offerti per l’OFFICINA CREATIVA insieme a nuovi servizi che la SUPERATIVA I ORBY trarrà d´ora in poi.

Nei prossimi mesi andremo in Italia per definire le strategie di approccio e di riconoscimento di questo mercato che ora è in crisi, ma ancora in grado di produrre diverse opportunità e ci dare riconoscimento al di là delle frontiere. Controllate il nostro nuovo sito cliccando sul link qui di sotto. Boa leitura!
Péricles Puccini Jr.
Socio e Direttore Creativo della SUPERATIVA I ORBY
http://www.offcreativa.it/

Fonte: http://superativaorby.com.br/blog/?p=4452

VII MEETING DEL COORDINAMENTO REGIONALE DEI GIOVANI VENETI E DEL COMITATO GIOVANI VENETI ALL’ESTERO

Dal 29 Giugno al 01 Luglio 2012 si e’ svolto a Villorba (TV) il VII meeting del Coordinamento Regionale dei Giovani Veneti e del Comitato Giovani Veneti all’Estero. I 26 delegati, equalmente suddivisi tra partecipanti esteri e veneti hanno usufruito, per l’occasione, degli spazi loro concessi presso Villa Giovannina, una dimora di fine ‘800 che e’ stata messa a disposizione dal sindaco Marco Serena.

Il meeting si consolida di anno in anno come strumento principale attraverso il quale le Associazioni storiche venete per l’emigrazione e le Federazioni venete all’estero, tramite i loro rappresentanti, portano all’attenzione della Regione Veneto le loro idee, le progettualita’ e le proposte socio-culturali-commerciali a favore delle nuove generazioni.

villa Giovannina1

Alla due giorni di lavoro hanno partecipato diverse cariche pubbliche: l’Assessore Regionale ai Flussi Migratori Daniele Stival, il Presidente della Terza Commissione Consiliare Regione Veneto Luca Baggio, il Segretario Regionale per la Cultura Angelo Tabaro, la Dirigente Unita’ di Progetto Flussi Migratori Marilinda Scarpa.

L’evento e’ stato inoltre quest’anno gestito grazie all’impegno dell’Associazione Trevisani nel Mondo presieduta da Giuseppe Zanini e dall’Associazione Veneti nel Mondo Onlus presieduta da Aldo Rozzi Marin.

lavori6

Nella mattinata del Venerdi’, successivamente ai saluti delle Autorita’, i gruppi hanno avuto il piacere di ascoltare e confrontarsi con alcuni imprenditori operanti in Veneto e, collegati in videoconferenza, anche dall’estero, i quali hanno portato le loro testimonianze  e le loro prospettive: importante e’ stato il contributo di Cesare Zanchi, imprenditore di origini Veronesi e residente a Melbourne – Australia da una decina d’anni; Zanchi, titolare di una ditta operante nel settore dell’import agroalimentare,  auspicava nel suo intervento una maggiore sinergia tra le istituzioni atte a promuovere il made in Italy all’estero affinche’ le nostre eccellenze conquistino nuovi mercati e trovino maggiori sbocchi commerciali.



Nel pomeriggio sono iniziati i gruppi di lavoro da parte del Coordinamento e del Comitato nei quali entrambe le parti hanno potuto riflettere e misurarsi autonomamente sulle proprie aspettative e progetti per il 2012/2013; in serata si e’ svolto un incontro culturale presso l’auditorium “Appiani” di Treviso dove i relattori Ulderico Bernardi e Amerigo Manesso hanno illustrato il fenomeno dell’emigrazione e della sua evoluzione mentre Valentina Montesarchio ha esposto le funzioni di Unioncamere Veneto, struttura che associa tutte le Camere di Commercio Industria Artigianato Agricoltura della Regione e che si pone come strumento di supporto e promozione del sistema  veneto sviluppando e sostenendo attivita’ economiche  che ne migliorino la presenza nei rispettivi e nuovi mercati.

La seconda giornata di lavori e’ stata dedicata alla stesura e alla presentazione, ai vertici regionali, dei due documenti ufficiali finali che hanno espresso formalmente  le volonta’ emerse dai due gruppi: di notevole rilevanza il progetto presentato dal Comitato Giovani Veneti all’Estero attraverso il quale giovani provenienti sia dalle Federazioni estere sia dal Veneto potranno effettuare degli stage lavorativi; il CGVE ha poi voluto risottolineare la volonta’ nel continuare lo sviluppo del proprio sito e blog di riferimento (www.comitatogiovaniveneti.org) come mezzo per la diffusione delle attivita’  culturali e commerciali promosse dal Comitato stesso; il CGVE crede fermamente che attraverso una piu’ costante presenza on-line si possa trasmettere il proprio messaggio di diffusione  e sviluppo di iniziative ricreative, culturali, commerciali e di formazione nei settori di maggiore interesse rivolte ai giovani che costituiscono un valore aggiunto ed una risorsa in ogni paese di emigrazione veneta. 

Il CGVE ha inoltre proposto di essere presente durante fiere specifiche o iniziative commerciali al fine di essere maggiormente valorizzato e promosso presso la comunita’ veneta globale come strumento ultile al collegamento tra aziende veneti e nuovi mercati.

Monaldi-Sandon
Nicolo' Monaldi e Fabio Sandona'

Da parte del Coordinamento Regionale Veneto e’ arrivata la proposta, accolta con favore anche dalla controparte estera, di aumentare la durata del Meeting stesso di almeno una giornata lavorativa ulteriore, questo non solo per dare la possibilita’ ai delegati di consolidare in maniera piu’ marcata i propri rapporti e le proprie proposte ma anche e sopratutto per esaminare con maggiore concretezza le tematiche che di anno in anno vengono affrontate.

Il gruppo Veneto ha inoltre richiesto alla Regione di adoperarsi affinche’ si instauri una linea diretta con la Rappresentanza Regionale presente a Bruxelles al fine di riuscire a reperire quelle risorse europee che, in considerazione dei tagli regionali effettuati, sarebbero fondamentali per l’attuazione delle idee progettuali a favore delle nuove generazioni che il gruppo stesso si prefigge di realizzare.

Il Coordinamento Veneto ha poi anche indicato che, tra la fine di Settembre e l’inizio di Ottobre, promuovera’ un convegno, aperto alla cittadinanza,  sul tema “Il Veneto di oggi e quello di domani. Come sta la nostra Regione e dove sta andando”.

Infine, di rilevante importanza per il Coordinamento, e’ la continuazione delle borse di studio, aumentandone altresi’ la promozione,  a favore degli oriundi veneti che tramite apposite convenzioni stipulate con diversi atenei in Regione possono effettuare dei percorsi formativi di specializzazione.

particolare lavori

La Regione, nella persona dell’Assessore ai Flussi Migratori Daniele Stival, ha  confermato quest’anno alcuni aspetti tecnici fondamentali relativi all’evolversi del mondo dell’associazionismo veneto:  tre sono i punti che verranno sottoposti all’approvazione del Consiglio Regionale Veneto ovvero l’inserimento nella legge regionale di settore di un apposito articolo che riconosce ufficialmente il Meeting dei giovani e quindi ne istituzionalizza la realizzazione, l’estensione alla quinta generazione dei benefici prevista dalla legge, la partecipazione nell’ambito della Consulta per l’emigrazione di un rappresentante dei giovani veneti od oriundi veneti entro la quinta generazione, designato in sede del Meeting attuale.

Per concludere il Comitato Giovani Veneti all’Estero ha proposto la citta’ di Florianopolis (Brasile-Santa Catarina)  come prossima sede dell’VIII Meeting. La Regione si e’ riservata di decidere compatibilmente con le disponibilita’ finanziarie per il 2013.

Un ringraziamento particolare, per la preparazione logistica dell’evento 2012, va a tutte quelle persone che hanno attivamente lavorato sopratutto nelle settimane che l’hanno preceduto; entrambi i gruppi desiderano ringraziare particolarmente l’intera organizzazione ed in particolare Riccardo Masini e Mario Algeo (Trevisani nel Mondo), Elena Milan e Paola Padovan (Veneti nel Mondo Onlus), Silvia Brocca (Regione Veneto).

   Comitato Giovani Veneti all'Estero - VERBALE 2012

Fabio Sandona’Comitato Giovani Veneti all’Estero
Nicolo’ MonaldiCoordinamento Giovani Veneti nel Mondo

SLIDESHOW DEL VII° MEETING


 LETTERA DEI GIOVANI DEL COMVERS AI VENETI NEL MONDO


VII MEETING DEI GIOVANI VENETI NEL MONDO
L'ABM sui lavori del meeting 2012



INTERVISTA A CELESTE D'INCA' E GRASIELLA MICHELUZZI
Segnaliamo una breve intervista di due componenti del CGVE rispettivamente dall'Argentina e dal Brasile



GIOVANI VENETI NEL MONDO: LE TESTIMONIANZE
Delegati del CGVE si presentano in occasione del VII meeting svoltosi a Villorba

Tony Pasinato (Quebec, Canada); Manolo Omiciuolo (Svizzera); Maria Celeste D'Incà (Argentina); Antonella Serafin (Sud Africa); Daniel de Lafoix (Australia)


VII MEETING DEI GIOVANI VENETI NEL MONDO - VIDEO INFOVENETO




EMIGRATI IN SUDAFRICA, DOVE L'APARTHEID SI E' CAPOVOLTO
CLICCA QUI:
Antonella Serafin (delegata Sudafricana del CGVE) su "Oggi Treviso"


LETTERA DEL COORDINATORE DEI GIOVANI VENETI, NICOLO' MONALDI, AL CIRCOLO VERONESI NEL MONDO DI ERECHIM

13 Luglio 2012

"Carissimi,

in merito al 7° Meeting dei Giovani Veneti nel Mondo propongo le mie considerazioni in qualità di Coordinatore dei Giovani Veneti e Responsabile dei Giovani Veronesi.

Il mio pensiero è una sintesi di quanto approvato anche da Fabio Sandonà, Coordinatore dei Giovani Veneti all'Estero e quindi condiviso dai delegati delle Federazioni estere.

Nel documento di sintesi finale, firmati da tutti i Delegati e sottoposto all'attenzione dell'Assessore Stival è emerso, per sommi capi, quanto segue.

1) Il Meeting, passato progressivamente da una settimana a soli due giorni, non concede il tempo necessario ai Delegati per conforntarsi sulle tematiche dell'emigrazione. Ciò soprattutto per quanto concerne i Delegati delle Federazioni Estere, i quali non hanno mai occasione di confrontarsi se non tramite Skype. Pur consci delle difficoltà di budget, ho proposto un allungamento di almeno una giornata ricavando il finanziamento necessario dalla riduzione delle attività collaterali, gradite ma non fondamentali.

2) Il Coordinamento ha deciso di attivare "pressioni" sugli Atenei del Veneto finalizzate ad aumentare i "gemellaggi" da Università venete e Università presenti nelle città ove risiedono le nostre comunità maggiormente attive. Tale azione permetterebbe di aumentare gli scambi di studenti tra i due Paesi, al fine di allargare la conoscenza del Veneto anche a quelle generazioni che ne hanno testimonianza solo "orale" da parte di parenti o amici. In tal senso mi sono già attivato, dopo aver chiesto autorizzazione al Presidente Morando e su richiesta del Presidente Puccini di Erechim, al fine di sottoscrivere una convenzione tra l'Università di Verona e l'ateneo presente ad Erechim.

3) Analizzata la situazione finanziaria relativa ai bilanci della Regione Veneto, su mia indicazione i Delegati hanno accettato di sottoscrivere una richiesta d'intervento all'Assessore Stival. Tale richiesta è mirata ad attivare una corsia preferenziale tra il Coordinamento e Casa Veneto a Bruxelles. La rappresentanza regionale è infatti l' ideale anello di congiunzione tra i Veneti e l'Europa: è mia intenzione sfruttare tale passaggio per provare a presentare applicazione per progetti europei inerenti ai Giovani e alla loro mobilità. Ritengo risiedano soli li i finanziamenti necessari ad oggi per portare avanti le nostre iniziative.

4) Il Coordinamento delle Associazioni storiche ha deciso d'organizzare, tra la fine di settembre e l'inizio d'ottobre, un Convegno/Giornata di Studio, aperto a tutta la cittadinanza e in particolar modo alle Associazioni d'emigrazione, con tema "Il Veneto di oggi e quello di domani. Come sta la nostra Regione e dove sta andando". Tale argomento verrà sviscerata, con particolare focus settato sulle esperienze giovanili, partendo d'analisi riguardanti il lavoro e il sociale.

Per quanto concerne il prossimo Meeting, è stata presentata la candidatura di Florianopolis in Brasile. L' Assessorato si è riservato di decidere, anche in base ai finanziamenti disponibili.

Nicolò MonaldiCoordinatore Giovani Veneti nel Mondo"

Fonte: http://veronesinelmondoerechim.blogspot.com.br/2012/07/lettera-del-coordinatore-dei-giovani.html

Concorso "Premiazione dei padovani che hanno onorato l'Italia nel mondo"

Luglio 2012

Si allegano il bando del concorso  "Premiazione dei padovani che hanno onorato l'Italia nel mondo" - anno 2012, 62^ edizione- e la scheda da compilare per la partecipazione.

Si evidenzia che, come riportato nel bando stesso, le domande dovranno essere trasmesse o presentate a mano presso la Camera di Commercio di Padova entro il 10 settembre 2012.

La cerimonia di premiazione si svolgerà nell'ultima parte dell'anno, in data da destinarsi.

Cordiali saluti,
Segreteria Associazione Padovani nel Mondoemail: padovani.nelmondo@pd.camcom.it

[PDF] Bando di Concorso Padovani che hanno onorato l'Italia nel Mondo
[DOC] Domanda Premiazione Padovani Nel Mondo 2012 (formato Word)

CONCLUSO VII MEETING GIOVANI VENETI NEL MONDO. ASSESSORE STIVAL: “UN BILANCIO POSITIVO: UNA REALTA’ VIVA CHE SI CONFERMA E PROSEGUE”

Comunicato stampa n° 1157 del 02/07/2012

Dopo la conclusione della settima edizione del Meeting dei giovani veneti nel mondo, l’Assessore regionale ai flussi migratori Daniele Stival trae dall’avvenimento un bilancio molto positivo in termini di partecipazione, di idee, di progetti futuri. “E’ stato un importante momento di incontro e confronto – sottolinea - fra i rappresentanti dei giovani delle associazioni venete di emigrazione e dei giovani delegati dai Comitati e Federazioni dei veneti all’estero sulle attività e progettualità in corso e quelle da realizzare”. Il Meeting, conferma l’assessore,  continuerà anche nei prossimi anni, come previsto da una norma della finanziaria regionale e da un  disegno di legge della Giunta regionale che dovrà ora passare l’esame del consiglio per l’approvazione. “I lavori del meeting – ha detto ancora Stival – sono stati vivaci, dibattuti, e confermano la validità di un percorso che come Giunta intendiamo continuare a sostenere”.

Nella prima giornata di Villorba si sono susseguite: tavole rotonde con imprenditori veneti ed emigrati all’estero, ma sempre in stretto collegamento con la terra d’origine di cui sono i primi ambasciatori in settori chiave dell’economia veneta e del made in Italy quali l’agroalimentare; un convegno al centro Appiani di Treviso che ha fatto il punto  sulla storia dell’emigrazione con un intervento di Ulderico Bernardi che si è soffermato anche sull’attuale “fuga dei cervelli”; si è parlato anche di storia dell’emigrazione trevisana che si è indirizzata come un vero e proprio esodo verso Argentina e Brasile, e per quanto riguarda il ruolo delle Camere di Commercio in Italia e all’estero, è stato segnalato il progetto VEN2MER, realizzato in collaborazione con la Regione Veneto che ha previsto scambi imprenditoriali tra imprenditori veneti e imprenditori delle aree del MERCOSUR.

Nella seconda e ultima giornata di lavori sono stati presentati due documenti. Il primo documento del Coordinamento veneto ha segnalato, tra l’altro, l’opportunità  di prolungare la durata del meeting per avere la possibilità di meglio affrontare le questioni sul tappeto  e di percorrere la via delle progettualità europee per poter reperire risorse ulteriori.

Il documenti del Comitato giovani veneti all’estero ha proposto la realizzazione, in collaborazione con la Regione, di un progetto sperimentale di stage formativo, rivolto a giovani veneti e a giovani residenti in vari paesi ove è presente un Comitato o Federazione, progetto sostenuto anche dal Coordinamento dei giovani Veneti.

Fonte: http://www.regione.veneto.it/Notizie/Comunicati+Stampa/Luglio+2012/1157.htm