Il Comitato Giovani Veneti all’Estero è espressione concreta della volontà dei giovani di origine veneta sia di essere componenti attivi nella promozione del “Sistema Veneto” presso le rispettive realtà estere che di proporsi come organo di rappresentanza istituzionale e si pone come obiettivo primario lo sviluppo di iniziative bilaterali che portino benefici socio-economici-culturali reali e duraturi.

CONCORSO LETTERARIO "RACCONTA LE STORIE DEI NONNI"

[DOC] Documento

Testo del bando di concorso "Racconta le storie dei nonni", che l'Assessorato all'Identità Veneta, di concerto con l'Unpli regionale del Veneto (Pro Loco Veneto), ha inteso associare al Festival "Veneto: Spettacoli di Mistero".

Si tratta della raccolta di storie della tradizione e/o familiari che abbiano una attinenza con le località d'origine.

(Giovanni Follador, Presidente Unpli Veneto e Alberto Toso Fei, direttore del Festival)
Segreteria UNPLI Veneto
P.za Squillace 4 - 31050 COMBAI di Miane (TV)
tel. 0438893385 - 0438893584
fax 0438899768
segreteria@unpliveneto.it
http://www.unpliveneto.it/

I VENETI NEL MONDO IN PRIMA FILA

[PDF] Locandina Teatro

Vi ricordo che il prossimo Venerdì 22 Novembre tra le manifestazioni previste a Cittadella, Padova,per la celebrazione della Giornata dei Veneti nel Mondo,si terrà una rappresentazione teatrale in dialetto veneto:"Le Elezion Comunal in villa" di Domenico Pittarini.

Vi invio quindi il link: http://www.mcsoundstudio.it/live.php per collegarvi(dalle 20.45)in diretta streaming  e assistere in diretta allo spettacolo.

Lo spettacolo inizierà alle ore 21.30 (ora italiana) e il collegamento in streaming verrà replicato Sabato 23 Novembre alle ore 14.00 (ora italiana) per permetterne una maggiore diffusione in base ai diversi fusi orari.

Rinnovo, pertanto, il mio invito a coinvolgere le comunità venete,in questo importante evento celebrativo.

Ricordo anche che,per chi è nel Veneto,è possibile assistere alla Commedia presso il Teatro Sociale di Cittadella,in Via Indipendenza (ingresso libero, previa prenotazione telefonica al nr. 041.2794101).

Cordiali saluti.

Unità di Progetto Flussi Migratori (Regione Veneto)


22-23 NOVEMBRE: CONSULTA E VI^ GIORNATA DEI VENETI NEL MONDO 2013

 
La Consulta dei Veneti nel Mondo e' il più importante organismo istituzionale che la Regione Veneto impiega per un utile e costruttivo confronto sulla definizione delle politiche regionali dei flussi migratori.
 
Di particolare rilevanza, per i nostri gruppi giovanili, l'inserimento quest'anno nel programma ufficiale di un dibattito legato alla "nuova emigrazione" alla "disoccupazione giovanile" ed agli "scambi internazionali".
 
Ricordiamo inoltre che da quest'anno alla Consulta partecipera' istituzionalmente anche un delegato dei giovani grazie alle modifiche normative attuate negli scorsi mesi che hanno permesso alla nostra componente una meritata e necessaria rappresentazione ufficiale.
 
Anche quest'anno, assieme alla Consulta, si svolgeranno le manifestazioni della Giornata dei Veneti nel Mondo con diverse attivita' che verranno anche trasmesse in streaming per permettere alle comunita' venete all'estero di essere partecipanti attivi.
 
Maggiori informazioni a riguardo verranno rese note nei prossimi giorni.
 
Il direttivo del CGVE
 

IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE LUCA ZAIA AL MONDO DELL'EMIGRAZIONE VENETA

L'emigrazione veneta è stata una delle più significative del secolo scorso. Una lunga epopea che ha intrecciato sacrificio, impegno, lavoro e dedizione a favore della crescita dei paesi che hanno ospitato i nostri antenati. Milioni sono i corregionali che hanno attraversato le terre e i mari dell'Europa e dei continenti e che tengono alto con orgoglio il nome del Veneto all'estero, senza mai dimenticare origini e tradizioni.

Un'emigrazione imponente, che oggi conta milioni di oriundi nel mondo i quali sovente ritornano nella nostra terra, per interscambi culturali o professionali o semplicemente per riassaporare e riscoprire i territori della regione. In considerazione di questo flusso continuo la Regione ha sempre mantenuto le relazioni con le associazioni che operano all'interno delle nostre comunità all'estero. In particolare, ha rivolto grande attenzione ai giovani attraverso l'utilizzo degli strumenti web come la rivista telematica "Veneti nel Mondo".

Internet permette, infatti, di relazionarsi in qualunque momento, condividendo opinioni, pensieri, progetti culturali e imprenditoriali senza impegnare cifre alte e senza affrontare lunghi viaggi. Tutto ciò ha contribuito a renderci un modello virtuoso a livello internazionale per le politiche di gestione dei flussi migratori, siano essi intesi come relazione con le nostri grandi comunità venete, o come integrazione di chi approda in Veneto alla ricerca di quella nuova vita che la nostra regione allora non fu in grado di garantir loro.

La nostra ospitalità, il senso civico e la capacità di intraprendere e creare posti di lavoro ci ha reso una regione costellata da tante ricchezze e ambita da molti stranieri. Il Veneto è una regione accogliente, ma pretende che l'immigrazione obbedisca a regole precise: chi viene per lavorare e mantenere la famiglia è bene accetto, chi viene per altri scopi deve trovare la porta sbarrata. Così come i nostri antenati si sono integrati, rispettando le leggi e le usanze locali, anche chi approda ora da noi deve fare altrettanto.

E' necessario agire con una legge nazionale giusta ed equa. La cittadinanza è un processo culturale che vede la scuola come primo fondamentale momento di integrazione civile. Quando diciamo che lo ius soli trasformerebbe il nostro paese in un immenso ufficio passaporti, non credo che ci sbagliamo di molto. Diverso è il caso dei bambini che sono nati qui, frequentano le nostre scuole, fanno sport insieme ai nostri figli, sanno l'italiano e, spesso, anche il dialetto meglio di noi. Dobbiamo, quindi, lavorare tutti insieme per un futuro migliore. Un futuro di integrazione vera.

Luca Zaia
Presidente della Regione del Veneto

Fonte: http://venetinelmondo.regione.veneto.it/?p=1913
 

VIII MEETING DEL COORDINAMENTO REGIONALE DEI GIOVANI VENETI E DEL COMITATO GIOVANI VENETI ALL’ESTERO

Siamo arrivati all’ottava edizione del Meeting dei Giovani Veneti nel Mondo tenutasi quest’anno tra le citta’ di Florianopolis, Criciuma, Nova Veneza e Flores da Cunha in Brasile nei giorni 20, 21, 22 Giugno. Il Meeting resta il momento principale nel quale i delegati giovanili, delle Associazioni di emigrazione veneta da un lato e quelli delle Federazioni estere dall’altro, si confrontano e scambiano idee e progettualita’ a favore delle nuove generazioni di veneti nel mondo.


I rappresentanti presenti quest’anno erano: Alvise Canniello, Coordinatore Giovani Veneti nel Mondo e Delegato Veneziani nel Mondo, Alessandro Corazza, Vice Coordinatore Giovani Veneti nel Mondo e Delegato Trevisani nel Mondo, Alessandro Baù, Delegato Vicentini nel Mondo, Elena Brigo, Delegato Fondazione Migrantes, Marco Chiarelli, Delegato UTRIM, Federica De Rossi, Delegato ANEA, Riccardo Giacomin, Delegato Veronesi nel Mondo, Giorgia Miazzo, Delegato Veneti nel Mondo Onlus, Marianne Pollazon, Delegato Bellunesi nel Mondo, Fabio Pregnolato, Delegato Polesani nel Mondo, Giulia Gasparet, Delegato Sudafrica - ADVISA, Fabrizio Pesavento, Delegato Australia - F.V. New South Wales, Fabio Sandonà, Coordinatore Comitato Giovani Veneti all’Estero e Delegato Australia - F.A.V. Victoria, Madalena Russi, Delegato Brasile - COMVERS, Valentino Saccardo, Delegato Brasile - San Paolo, Fabio Faoro, Delegato Venezuela - FACV, Grasiela Micheluzzi, Delegato Santa Catarina - COMVESC, Barbara Trindade Dedavid Palhano, Delegato Brasile - Paranà FAVEP,  Ivana Daniela Quarati, Delegato Argentina - CAVA accompagnata anche da Marco Targhetta e Marcelo Carrara, Marco Sgaravatti, Delegato Uruguay - CAVU, Antonio Pasinato, Delegato Canada - FAV Quebec, Paolo Martinazzo, Delegato Svizzera - CAVES.


La giornata del Giovedi 20 giugno é iniziata a Florianipolis, presso il Parlamento dello Stato di Santa Catarina, con i saluti delle autorità locali e gli interventi dell’Assessore ai Flussi Migratori della Regione del Veneto Daniele Stival seguito poi dal Presidente del Parlamento dello Stato di Santa Catarina Joares Carlo Ponticelli e dalla Presidente del COMVESC Fabiola Cechinel. L´Assessore, nella sua relazione, esponeva chiaramente il difficile momento economico che sta attanagliando anche la Regione Veneto e sottolineava l’importanza della componenti giovanile come strumento di promozione socio-economica che va quindi necesssariamente sostenuta ed appoggiata. Il Meeting, ufficializzato recentemente per legge secondo le recenti modifiche Regionali, resta un punto fondamentale per lo sviluppo  di iniziative sull’emigraizione Veneta e volano di idee per attivita’ legate alle nostre comunita’ Venete nel mondo. Stival ha voluto correttamente sottolineare il lavoro svolto in Giunta relativamente all’ammodernamento della Legge 2/2003 che, a seguito di specifiche richieste e necessita’ dal mondo dell’emigrazione Veneta e non solo, riafferma la centralita’ e l’importanza dei Veneti nel mondo ed il loro ruolo centrale tanto per la conservazione della cultura, delle radici e dei valori quanto come strumento di promozione econominca all’estero. Nello specifico, le modifiche fondamentali apportate, riguardano l’allargamento dei benefici delle Legge stessa agli oriundi di origine Veneta fino alla quinta generazione e la presenza in fase di Consulta dei Veneti nel mondo di un rappresentante della componente giovanile. Entrambi questi punti confermano l’essenzialita’ della componente giovanile nei programmi di sviluppo che la Regione Veneto vuole raggiungere anche tramite i propri collegamenti con le nostre comunita’ Venete nel mondo. I Veneti all’estero ed il mondo dell’emigrazione restano quindi un importante strumento attareso il quale, sopratutto economincamente, in questo periodo di crisi globale la nostra Regione intende operare.  Stival ha inoltre anche ammesso che, in sede di Consiglio, la Regione ha dovuto effettuare delle scelte di tagli finanziari rilevanti, nel capitolo riservato ai Veneti nel mondo, individuando nella scelta di dover sostenere famiglie e commercio nel Veneto la motivazione principale; per attivita’ e progetti dei Veneti nel mondo, Stival spiegava poi, verranno impegate delle risorse rimodulando la spesa relativa alla Giornata dei Veneti nel mondo. Successivamente i due gruppi, quello estero e quello veneto, hanno effettuato una sessione di lavoro separata per discutere i propri temi e le proprie necessita’; la giornata si e’ poi conclusa a Criciuma.


Il Venerdi 21, a Nova Veneza, i giovani hanno continuato nel loro convegno: si riaffermava il concetto per il quale il Meeting non puo’ diventare un momento fine a se stesso e per questo entrambi i gruppi concordavano sull’effettiva necessita’ di richiedere a gran forza il ripristino, nei tempi e nei modi possibili, di opportuni finanziamenti regionali strutturali e non frutto di accorgimenti transitori. Per quanto riguarda il CGVE, nel confronto, veniva riconfermato Fabio Sandona’ come coordinatore e proposto Ivana Daniela Quarati come vice e come nuovo rappresentante nella Consulta. In seguito, nel dibattito assieme al gruppo Veneto, Ivana risultava poi ufficialmente eletta consultore dei giovani. Sempre a Nova Veneza delegati e rappresentanti istituzionali hanno poi partecipato anche alla “Festa della Gastrononia”, nella quale l’Assessore Stival ha avuto l’opportunita’ di intervenire a nome della Regione Veneto.

Il Sabato 22 si e’ svolta l’importante manifestazione dei “Leoni nelle piazze” nella cittadina di  Flores Da Cunha, prestigiosa iniziativa guidata dagli amici della Federazione Veneta locale dello stato di Rio Grande do Sul; maggiori informazioni a riguardo consultando www.leoninellepiazze.blogspot.com


Alla conclusione ufficiale dei lavori, svoltasi sempre a Flores Da Cunha, i due gruppi hanno presentato alle istituzioni i propri documenti ufficiali con le proposte e le valutazioni che seguono:

Da parte del Comitato Giovani Veneti all’Estero: 
  • Aumentare le possibilita’ di ricercare finanziamenti regionali tramite il collegamento con altri assessorati che operino a favore della produzione e del commercio estero mettendo a disposizione le strutture e le conoscenze delle federazioni all’estero come risorse utili allo sviluppo. 
  • L’affiancamento del Comitato  allo sviluppo della piattaforma globalven creando una nuova “rete di ospitalita’ veneta nel mondo”  per studio, turismo e nuove sinergie commerciali.
  • La continuazione dell’uso del Comitato come soggetto promotore di stage lavorativi che in questi ultimi due anni, come effettuato in canada senza finanziamenti regionali ufficiali,  ha dato la possibilita’ ad un giovane veneto di svolgere  delle esperienze professionali.
  • Il Comitato richiede quindi di istituzionalizzare tali iniziative finanziandole per incrementarne l’importanza e la portata.
  • Continuare lo sviluppo della propria presenza on line per la diffusione delle attivita’ culturali ed opportunita’ commerciali promosse ed appoggiate dalle nostre realta’ estere
  • Valorizzazione e promozione del CGVE riconoscendone l’ufficialita’ per una maggiore autonomia operativa tramite l’scrizione nell’appositio albo regionale.
  • Arricchire il senso di appartenenza veneta  tramite l’approfondimento dello studio dell’arte e della storia veneta  stessa partendo dal nostro san marco.
Da parte del Coordinamento Giovani Veneti nel Mondo:
  • Organizzazione del prossimo Meeting, qualora si tenesse in Veneto da parte del Coordinamento dei Giovani Veneti con l’eventuale supporto, solo formale, di una delle associazioni dell’emigrazione veneta iscritta all’albo regionale. La richiesta si rende necessaria al fine di creare un programma dei lavori vicino agli interessi dei giovani delegati raccogliendo le idee, i progetti e le proposte che nascono nell’intervallo annuale di tempo tra un meeting e il successivo.
  • Trattazione, analisi e approfondimento di tematiche individuate dai componenti del Coordinamento da affrontare attraverso la formula del convegno/tavola rotonda come gia´ felicemente sperimentato nell’incontro dello scorso 20 aprile a  Marghera – Venezia (dall’IMU sulle proprieta’ italiane dei nostri emigrati al tema dell’internazionalizzazione del Veneto; dai rapporti con le comunita’ italiane negli Stati entranti o recentemente entrati nella Comunita’ Europea alle relazioni culturali, economiche ed amministrative con i Paesi di destinazione dell’emigrazione veneta.
  • Aggiornare Globalven alle opportunita’ delle nuove tecnologie del mondo web. Ampliare Globalven con ulteriori funzionalita´ in campo imprenditoriale e turistico coinvolgendo le associazioni di categoria come Confindustria e la Camera di Commercio.
L’Assessore Daniele Stival, la Dirigente regionale Marilinda Scarpa ed i consultori regionali presenti, Fabiola Cechinel, Luis Molossi,  Cesare Augusto Prezzi e Luciano Sacchet terminavano gli impegni ufficiali ribadendo la centralita’ delle iniziative che coinvolgono le nuove generazioni in un discorso piu’ ampio di trasmissione del testimone che necessariamente coinvolgera’ anche il nostro sistema dell’associazionismo Veneto nel mondo.


s
 


CONTRIBUTO CASA PER EMIGRANTI VENETI E LORO DISCENDENTI

16/08/2013

Nuovi termini per la presentazione delle domande di contributo per acquisto, costruzione o ristrutturazione dell'alloggio per emigrati veneti e loro discendenti.

Contributi per la casa

La Regione Veneto ai sensi dell'art. 4 "alloggio" della Legge regionale 2/2003 "Nuove norme a favore dei Veneti nel Mondo e agevolazioni per il loro rientro", così come modificato dall'art. 4 della L.R. n. 10/2013, prevede la concessione di un contributo una tantum a fondo perduto, a favore dei Veneti emigrati e ai loro discendenti fino alla terza generazione che, rientrati nel Veneto, abbiano provveduto, sul territorio regionale, all'acquisto, costruzione o recupero dell'abitazione. Sono destinatari dei contributi gli emigrati veneti, rientrati nella propria Regione dopo un periodo di permanenza all'estero di almeno cinque anni consecutivi e i discendenti di emigrati veneti, fino alla terza generazione, che abbiano fatto rientro in Veneto. Ai fini dell'accesso al contributo, i richiedenti devono avere fissata la residenza in uno dei comuni del Veneto, con provenienza diretta dall'estero. La domanda di contributo deve essere presentata entro quattro anni dal rientro dall'estero.
I termini, i criteri e le modalità di presentazione delle relative domande, sono stati stabiliti nell'allegato "A" alla DGR n. 1400 del 6 agosto 2013 .

Sono a disposizione inoltre i moduli per la richiesta di contributo così come stabilito dalla DDR 34 n. del 12 agosto 2013.

Modulo per cittadini comunitari
modulo casa UE 2013

Modulo per cittadini extra-comunitari
modulo casa extra UE 2013

Per qualsiasi informazione contattare gli Uffici

Fonte: http://www.regione.veneto.it/web/veneti-nel-mondo/contributicasa

FESTA DEL BACCALA' PRESSO IL VENETO CLUB DI MELBOURNE (18-25 AGOSTO 2013)

We have organised an exciting gastronomic programme featuring Italian celebrity master chefs, Antonio and Luca Chemello.  They are coming to Australia exclusively to the Veneto Club and will be featuring Veneto dishes whilst also teaching and showcasing the best of Italian cuisine and culture with a week-long programme of Italian excellence in food.  This will include a Baccalà Competition geared towards community participation, cooking classes for children and student chefs and with the final event of a spectacular Gala Dinner with a menu featuring baccalà and provincial Italian dishes prepared by our Italian chefs.

We will also be hosting important events with 7 local primary schools and with the William Angliss Institute.

You can  see all the details on our website: http://www.venetoclubmelbourne.com.au/news-and-events.
 

Carla Rigoni
Italy Connect.AU
Mob (Australia): +61 412 971909
Office (Veneto Club): +613 9850 7111
Skype : carlasyd

 


ASSOCIAZIONE PADOVANI NEL MONDO: YOUNG VENETO EXCELLENCE AWARD - ANNO 2013, 3^ EDIZIONE

Nella riunione del 26 luglio 2013, il Consiglio di Amministrazione dell'Associazione Padovani nel Mondo ha approvato il bando e il regolamento del concorso Young Veneto Excellence Award (Premio "Giovani eccellenze venete") - anno 2013, 3^ edizione.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande, corredate dalla documentazione richiesta, è martedì 1 ottobre 2013.

Le domande possono essere presentate dagli stessi candidati o da terzi, ivi compresi Enti, Rappresentanze Diplomatiche, Imprese e Associazioni ed inviate alla Segreteria dell'Associazione Padovani nel Mondo:
- per posta all'indirizzo: Associazione Padovani nel Mondo, c/o Camera di Commercio, Piazza Insurrezione 1/a, 35137 Padova;
- per posta elettronica all'indirizzo: padovani.nelmondo@pd.camcom.it;
- a mezzo fax al numero: 0039 (0) 49 8208304;
- consegnate direttamente alla Segreteria dell'Associazione situata al quarto piano della Camera di Commercio di Padova, Piazza Insurrezione 17/a Padova.
 
 
 

LUCA ZAIA NUOVO REFERENTE PER I "FLUSSI MIGRATORI" NELLA IX LEGISLATURA DELLA REGIONE VENETO

Nella veste di Presidente della Regione ha la funzione di rappresentare sia giuridicamente che politicamente l'Ente nel suo complesso.

E' referente per le materie: comunicazione e informazione, attuazione del federalismo, relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo, funzione di controllo e ispettorato, competenze istituzionali (Stato - Regione) - conferenze istituzionali, rapporti con Parlamento nazionale ed Europeo, attrazione degli investimenti e grandi eventi, flussi migratori.

Susseguentemente all'episodio che ha visto partecipi il Ministro Cecyle Kyenge e l'Assessore Daniele Stival, scaturito da un uso personale del social Facebook da parte di quest'ultimo, apprendiamo in via ufficiale la notizia che il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha incluso nelle sue responsabilita' i FLUSSI MIGRATORI diventando quindi il punto di riferimento istituzionale anche per i Veneti nel Mondo.

Dell'Assessore Daniele Stival, teniamo a sottolineare, pubblicandolo, il comunicato stampa col quale lo stesso poneva le sue scuse ufficiali al Ministro per l'integrazione:

http://www.regione.veneto.it/web/guest/comunicati-stampa/dettaglio-comunicati?_spp_detailId=2530840

Il Direttivo del CGVE

"CORSO DI FORMAZIONE IMPRENDITORIALE PER GIOVANI TALENTI VENETI DEL RIO GRANDE DO SUL (BRASILE)"

[PDF] Bando italiano

[PDF] Comunicato stampa

[PDF] Scheda di adesione al progetto

L'Associazione Veneti nel Mondo in collaborazione con il Comitato Veneto do Estado do Rio Grande do Sul – COMVERS e Confindustria Padova, e con il contributo della Regione Veneto e in particolare dell'Assessorato ai Flussi Migratori, promuove per l'anno 2013, nell'ambito del programma di sostegno per le comunità venete nel mondo, un corso di formazione imprenditoriale destinato a 10 giovani oriundi veneti residenti in Brasile, nello Stato di Rio Grande do Sul.
Selezione dei partecipanti

L'individuazione dei 10 giovani partecipanti sarà effettuata, tra i nominativi raccolti, dal COMVERS, in collaborazione con l'Associazione Veneti nel Mondo, sulla base dei seguenti requisiti obbligatori:

  • discendenza in linea retta, entro la terza generazione, da emigrato veneto;
  • età compresa tra i 18 e i 39 anni;

Alvirio Tonet

Presidente

COMVERS


Veneti nel Mondo onlus (Camisano Vicentino) Comunicato stampa: STAGE IN VERONA

Acque Veronesi scarl – società veronese operante nel settore idrico integrato – al fine di favorire l'integrazione di giovani studenti appartenenti alle comunità italiane nel Mondo -, promuove stages gratuiti presso la propria organizzazione.
 
Lo stage, che avrà una durata minima di un mese e sarà attuato a decorrere dal mese di ottobre 2013, sarà rivolto a candidati in possesso dei seguenti requisiti:
  • Laurea o diploma ad indirizzo tecnico scientifico
  • Buona conoscenza della lingua italiana;
Costituirà titolo preferenziale la documentazione comprovante la discendenza veneta.
Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.venetinelmondo-onlus.org o scrivere a segreteria@venetinelmondo-onlus.org
 
Camisano Vicentino, 16 luglio 2013
 

55° CORSO SULL'ARCHITETTURA PALLADIANA

PALLADIO WORKSHOP
Vicenza 2 – 7  settembre 2013
 
Le conferenze affrontano temi generali dell'opera di Palladio, contestualizzandola nel suo tempo. Le visite sono organizzate come veri e propri seminari all'interno degli edifici, con il supporto di dossier che illustrano i disegni palladiani di progetto, piante e sezione degli edifici, modelli di riferimento. Durante i PalladioLab i partecipanti sono chiamati a sperimentare di persona le diverse modalità di indagine. I docenti sono tutti specialisti dell'opera palladiana. Il corso è aperto a storici dell'architettura, architetti, ingegneri, storici dell'arte interessati a conoscere le opere di Palladio e la loro realtà materiale.
 
Le conferenze
La vita di Palladio; Palladio e Vicenza; Palladio e la terraferma: ville, ponti, strade; Palladio e Venezia; La decorazione nelle ville di Palladio; Palladio costruttore; Economia e società nella Vicenza palladiana; Palazzo Porto in piazza Castello; Gli edifici di culto in villa prima e dopo Palladio.
 
Le visite
Villa Foscari "La Malcontenta", Pisani a Bagnolo, Barbaro a Maser, Emo a Fanzolo, Cornaro a Piombino Dese, Godi a Lonedo, Gazzotti a Bertesina, la Rotonda a Vicenza, Thiene a Quinto, Poiana a Poiana Maggiore, Pisani a Montagnana, Badoer a Fratta Polesine; villa dei Vescovi a Luvigliano; a Venezia il complesso di San Giorgio, il Redentore e San Francesco della Vigna; a Vicenza i palazzi Thiene, Barbarano, da Porto, Thiene Bonin Longare, Porto in piazza Castello, Valmarana, Chiericati, casa Cogollo, la cappella Valmarana, il Teatro Olimpico, la Basilica Palladiana, la loggia del Capitaniato.
 
I PalladioLab
Palladio Museum; la decorazione a villa Godi a Lonedo; lettura delle fasi costruttive a villa Gazzotti a Bertesina; la composizione delle facciate nelle chiese palladiane alla chiesa del Redentore.
 
La lingua ufficiale del Corso è l'italiano, ma durante le visite un tutor tradurrà le parole dei docenti per gli iscritti di lingua inglese.
 
L'iscrizione al corso avviene mediante la compilazione dell'apposito modulo che dovrà essere inviato alla Segreteria dell' Ente ( tel. 0444/325000 - fax 0444/528124 – e-mail: info@entevicentini.it ) entro e non oltre il 10 giugno 2013.
 
La Commissione Cultura dell'Ente analizzerà e valuterà le domande pervenute, dando successiva conferma di partecipazione a coloro che verranno selezionati.
 
I partecipanti beneficeranno della gratuità su iscrizione al corso e alloggio e di un contributo su vitto e spese di viaggio, come indicato nella scheda Regolamento.
 
 

EMIGRAZIONE: STIVAL, "NUOVA LEGGE EVENTO ATTESO DAI VENETI NEL MONDO. RAPPORTI PIU' MODERNI E INTENSI ANCHE IN ECONOMIA"

Comunicato stampa N° 893 del 29/05/2013
(AVN) Venezia, 29 maggio 2013


"L'approvazione in Consiglio regionale della nuova legge per i Veneti nel Mondo è un vero e proprio evento, molto atteso dai nostri emigrati e dai loro discendenti, perché accoglie le istanze da loro avanzate nel corso dei numerosi contatti avuti e rende più moderno ed efficace il rapporto della Regione Veneto con lo straordinario e vitale mondo dell'emigrazione".

Con queste parole l'assessore ai flussi migratori Daniele Stival accoglie l'approvazione da parte dell'assemblea veneta della legge che riforma la precedente normativa in materia di rapporti con l'emigrazione veneta all'estero.

"Con le modifiche apportate dal nuovo testo normativo- dice Stival- si è voluto riconoscere innanzitutto l'importante ruolo svolto dai nostri emigrati e dagli oriundi, in linea anche con  quanto affermato dal nuovo Statuto regionale. I veneti nel mondo, infatti non solo svolgono un'importante ruolo nel conservare e valorizzare la tradizione, la cultura e i valori del Veneto ma costituiscono fondamentale tramite per la creazione di rapporti economici e commerciali".

"Con questa nuova legge - aggiunge Stival- abbiamo esteso gli interventi previsti fino alla quinta generazione, accogliendo le istanze pervenute soprattutto dall'America Latina , terra di più antica emigrazione, ove tuttavia rimane ancora forte il legame con la terra d'origine".

Stival evidenzia le novità più salienti del testo normativo in questione: "sono rappresentate – sottolinea -  oltre che dall'allargamento della platea dei destinatari degli interventi di formazione, di riqualificazione, di scambio agli oriundi di quinta generazione, da una nuova composizione della Consulta regionale, nell'ambito della quale siederanno ora oltre al Presidente della competente Commissione consiliare, e ai rappresentanti dei Comitati e delle Federazioni estere anche  i rappresentanti di tutte le associazioni regionali iscritte allo specifico registro, un rappresentante dell'Anci, un rappresentante delle Camere di Commercio del Veneto , uno del mondo Universitario veneto ed infine, novità tra le novità, un rappresentante dei giovani veneti nel mondo designato nell'ambito del Meeting annuale dei giovani stessi.  Quest'ultimo – evidenzia Stival - è un evento che, previsto nelle due ultime annualità nell'ambito delle leggi finanziarie regionali, viene ora istituzionalizzato con una specifica previsione normativa all'interno del corpo della legge di settore".

Un'altra importante novità che riguarda la Consulta è la previsione dello svolgimento della stessa "preferibilmente " in Veneto. Rispetto ad una prima proposta normativa che in modo cogente e per rafforzare il legame con il territorio, disponeva che le riunioni avvenissero sempre in Veneto, l'assessore Stival, accogliendo  una richiesta avanzata dal mondo dell'associazionismo, ha proposto l'emendamento, nella formulazione poi approvata, che prevedendo che la Consulta si tenga  preferibilmente nel territorio veneto da un lato salvaguarda il primario obiettivo di rinsaldare e consentire un rapporto più diretto dei consultori con il territorio regionale, dall'altro lascia la possibilità, qualora ve ne sia la richiesta da parte del mondo dell'associazionismo, di riunire la Consulta stessa anche in uno dei vari paesi del mondo ove sono radicati i Comitati e le Federazioni venete.

Ultime rilevanti novità sono la riduzione del numero dei soci, richiesti necessario per l'iscrizione dei circoli al registro regionale, numero che viene portato da 100 a 50, e la previsione di un elenco delle aggregazioni estere di emigrati ed oriundi veneti che, pur non possedendo i requisiti per la predetta iscrizione, operano con carattere di continuità a favore dei veneti nel mondo.

Fonte: http://www.regione.veneto.it/web/guest/comunicati-stampa/dettaglio-comunicati?_spp_detailId=1985460


VENETI NEL MONDO, CONSIGLIO APPROVA LA NUOVA NORMATIVA

28 maggio 2013 - Con 31 voti a favore, 16 astenuti e 2 contrari, il Consiglio regionale ha approvato le modifiche della legge regionale 2/2003 "Nuove norme a favore dei veneti nel mondo e agevolazioni per il loro rientro". Il provvedimento si è reso necessario per le mutate condizioni economiche mondiali e per la mutata natura dell'emigrazione veneta, oggi caratterizzata da professionalità venete dirette verso i maggiori paesi industrializzati del mondo. La legge del 2003, infatti, era stata pensata per sostenere in modo particolare i corregionali e i loro discendenti residenti in Argentina, in un particolare momento di gravi difficoltà socio-economiche presenti fin dal 2001 nel paese sudamericano. Altro motivo che ha spinto verso una modifica del quadro normativo, quello che vi è un numero sempre maggiore di oriundi veneti, ormai anche di quinta generazione residenti all'estero, che sentono particolarmente vivo il legame con il Veneto e che chiedono non solo vicinanza, ma soprattutto sostegno nello sviluppo dell'associazionismo di settore e nella promozione di iniziative formative, culturali e di scambio che interessino i paesi di maggiore emigrazione. In questa logica la Regione, per quanto riguarda i contributi, privilegerà iniziative di promozione, valorizzazione e tutela della cultura veneta all'estero. Previsto che la Consulta dei Veneti nel Mondo sia convocata annualmente, preferibilmente nella nostra regione, in una località da definirsi nell'ambito del piano annuale. Un'importante novità introdotta con la modifica è la costituzione del "Meeting del coordinamento dei giovani veneti residenti all'estero", che si riunirà annualmente, ritenendo che l'appuntamento rappresenti un momento fondamentale per la partecipazione dei giovani nell'ambito della realtà dell'associazionismo in termini di iniziative, idee e proposte. Per quanto riguarda gli interventi socio assistenziali nella modifica è previsto che la Regione avochi a sé la competenza, prima dei Comuni, di concedere contributi per facilitare il rientro in Veneto dei veneti emigrati e dei loro discendenti. Annunciando l'astensione del Pd, il consigliere Roberto Fasoli ha manifestato alcune perplessità circa "le modalità di agire previsti dalla legge nei confronti di queste persone legate alla nostra terra, limitandoci a rapporti legati al ricordo e non avviando rapporti forti per quanto riguarda la relazione con i paesi di residenza". Contrario al provvedimento il consigliere della FSV, Pietrangelo Pettenò. "Credo - ha dichiarato - che in un momento di crisi così drammatica come l'attuale, con una crescente povertà per chi vive in Veneto, occuparsi di veneti nel mondo, seppur impegnando poco più di 400 mila euro, sia fuori tempo. Nell'ordine delle politiche sociali, questa legge non risulta certo tra i primi posti". Contrario anche Diego Bottacin di Verso Nord, "perché - ha sottolineato - contraria agli annunciati principi di rigore e risparmio più volte annunciati in questo Consiglio". Favorevole il consigliere di Futuro Popolare, Stefano Valdegamberi, per il quale questo provvedimento, contrariamente a quelli precedenti, non si limita ad iniziative di sostegno delle associazioni dei veneti nel mondo, ma è finalizzato anche a creare nuove opportunità per la nostra economia, soprattutto di tipo commerciale, nei paesi dove maggiore è la presenza dei veneti o dei loro discendenti. Chiudendo le dichiarazioni di voto, l'assessore Daniele Stival ha ricordato che dopo aver finanziato in passato iniziative di vario genere, nell'ultimo periodo i finanziamento sono stati utilizzati soprattutto per iniziative di formazione professionale o di scambi di delegazioni del mondo politico economico tra Veneto e i vari paesi per la conoscenza delle diverse realtà economico produttive. Questo, ha sottolineato Stival, ha consentito un forte sostegno alle nostre attività, soprattutto di quelle commerciali, con l'esportazione di prodotti veneti verso quei paesi.

Commenti/Articoli sulla stampa:

NUOVA LEGGE PER I VENETI NEL MONDO: PIÙ CULTURA ALL'ESTERO E CONVOCAZIONE ANNUALE PER LA CONSULTA

Con 31 voti a favore, 16 astenuti e 2 contrari, il Consiglio regionale del Veneto ha approvato le modifiche della legge regionale 2/2003 "Nuove norme a favore dei veneti nel mondo e agevolazioni per il loro rientro". Il provvedimento si è reso necessario per le mutate condizioni economiche mondiali e per la mutata natura dell'emigrazione veneta, oggi caratterizzata da professionalità venete dirette verso i maggiori Paesi industrializzati del mondo. La Regione, quanto ai contributi, ha stabilito che privilegerà iniziative di promozione, valorizzazione e tutela della cultura veneta all'estero ed ha previsto che la Consulta dei Veneti nel Mondo sia convocata annualmente, preferibilmente in regione. Un'importante novità introdotta con la modifica è la costituzione del "Meeting del coordinamento dei giovani veneti residenti all'estero", che si riunirà annualmente, "ritenendo che l'appuntamento rappresenti un momento fondamentale per la partecipazione dei giovani nell'ambito della realtà dell'associazionismo in termini di iniziative, idee e proposte". Quanto agli interventi socio assistenziali nella modifica è previsto che la Regione avochi a sé la competenza, prima dei Comuni, di concedere contributi per facilitare il rientro in Veneto dei veneti emigrati e dei loro discendenti. (nflash)

NUOVA LEGGE PER I VENETI NEL MONDO/ STIVAL E BAGGIO: TUTELARE LEGAME PROFONDO CON I NOSTRI ORIUNDI

"La legge approvata oggi in Consiglio regionale riconosce l'apporto fondamentale che i veneti nel mondo, specialmente giovani, forniscono alla promozione della nostra Regione all'estero, ed adotta finalmente uno dei principi contenuti nel nuovo Statuto riguardo al legame identitario profondo tra gli emigranti, i loro discendenti e il nostro territorio". È il commento dell'assessore regionale ai Flussi Migratori Daniele Stival e del Presidente della Commissione attività produttive Luca Baggio dopo l'approvazione della legge che introduce nuove agevolazioni per gli oriundi veneti.

"La natura dell'emigrazione – spiegano i due leghisti – è profondamente cambiata col quadro economico mondiale, ed oggi vede svilupparsi nuove professionalità venete dirette verso i maggiori Paesi industrializzati del mondo. Inoltre molti oriundi anche di quinta generazione sentono profondamente vivo il legame con la terra d'origine e ci chiedono non solo vicinanza ma soprattutto sostegno nello sviluppo dell'associazionismo di settore e nella promozione di calibrate iniziative formative, culturali e di scambio".

Nel progetto di legge approvato, sottolineano i consiglieri leghisti, "si prevede che la Consulta dei Veneti nel mondo si riunisca sempre nella nostra regione e non sia più itinerante all'estero. Annualmente si terrà inoltre il "Meeting del coordinamento dei giovani veneti e dei giovani oriundi residenti all'estero", cui partecipano ragazzi attivi nel volontariato. Infine – concludono Stival e Baggio -, la Regione favorirà il rientro in Veneto degli emigrati e dei loro discendenti, sgravando gli Enti locali di un compito oneroso". (aise)

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE VENETO N.43 DEL 21 MAGGIO 2013


Approvazione del Programma di interventi a favore dei veneti nel mondo e delle agevolazioni per il loro rientro - anno 2013. Articolo 14 "Piano triennale e programma annuale degli interventi" della L.R. 9 gennaio 2003, n. 2, "Nuove norme a favore dei veneti nel mondo e agevolazioni per il loro ri...
 

INIZIATIVA DEL COORDINAMENTO GIOVANI VENETI NEL MONDO


 
Il Veneto nel Mondo: Reti, Lavoro, Impresa

Sabato 20 aprile il Coordinamento dei Giovani Veneti nel Mondo ha tenuto un approfondito incontro su due scottanti temi: il mercato del lavoro e la competitività veneta nel mondo.
 
I dati sono allarmanti: "i giovani veneti preferiscono cercare fortuna altrove, testimonianza delle politiche sbagliate dagli anni '80 in poi" evidenzia l'assessore D'Anna. In particolare la dichiarazione di disponibilità è aumentata sensibilmente, dal 2007 al 2012 nella sola Provincia di Venezia, con un incremento di circa 10000 richieste di lavoro; è necessaria dunque una cooperazione tra aziende, enti e regioni - aggiunge l'assessore alle politiche del lavoro - con un occhio di riguardo nei confronti del turismo, in un contesto di creazione della città metropolitana reale che comprende Padova e Treviso.
 
"Dobbiamo attrarre giovani e stranieri" gli fa eco il dirigente regionale per l'industria e l'artigianato, Michele Pelloso sottolineando la sua preoccupazione non tanto per i dati occupazionali, quanto per gli inattivi, cioè coloro che, sfiduciati, non cercano nemmeno un posto di lavoro. Pelloso suggerisce inoltre di prendere spunto e aprire comunicazioni con i paesi emergenti, migliorando il rapporto imprese - regione, a suo dire molto disorganico;  lo dice chiaro Pelloso: "l'economia è stagnante, l'accesso al credito è particolarmente difficile".
 
Il vice segretario generale di Unioncamere Veneto, Valentina Montesarchio, durante l'incontro, ha proposto agli aspiranti imprenditori presenti, un percorso formativo basato sulla cooperazione tra imprenditori giovani e quelli più navigati nel mercato del lavoro europeo, tramite scambi promossi dal progetto Excelsior Unioncamere ed Erasmus For All; Geyleen Gonzalez, project manager dell'Eurosportello-Unioncamere  del Veneto, ha inoltre specificato le procedure basilari per entrare immediatamente in confidenza con questi strumenti, a nostro dire particolarmente utili e innovativi.
L'ultimo ma non meno importante intervento dell'incontro è stato affrontato dal Presidente della Veneti nel Mondo Onlus, Aldo Rozzi Marin, il quale ha portato numerosi esempi di aziende venete che lavorano con grandissima parte del sudamerica, imprenditori che hanno stretto proficui rapporti con i discendenti dei nostri migranti veneti. "Non bisogna aver paura di investire" sottolinea il presidente Rozzi Marin, "essere al passo con i tempi e  proporre i nostri prodotti di eccellenza è la chiave di volta".
 
Le conclusioni, come l'organizzazione della mattinata di dibattiti, sono state affidate ad Alvise Canniello, promotore della Tavola Rotonda, il quale ha sottolineato durante tutti gli interventi come sia di vitale importanza conoscere le cause che hanno portato alle difficoltà attuali al di là della crisi economica mondiale e cioè quali sono i motivi di deficit strutturale che non permettono al nostro sistema Paese di risollevarsi. La chiave di lettura sta probabilmente nella capacità di aprirsi al mondo senza perdere l'eccellenza dei nostri prodotti, nel saper cogliere le opportunità che i mercati, anche i più lontani, offrono alla grande esperienza del Made in Italy e, riprendendo il motivo scatenante che ha dato il via alla voglia di realizzare eventi come questo svolto a Marghera, il desiderio di conoscere tutti gli strumenti che vengono messi a disposizione di chi vuole fare impresa.  La predisposizione all'investimento e alla competitività che fanno del nostro Veneto una locomotiva a livello italiano ed europeo devono essere di stimolo per superare la situazione odierna: per riassumere con una battuta potremmo dire che per uscire dalla crisi, dunque, è necessario essere - prima di tutto - veneti dentro.

CORSO DI LINGUA ITALIANA PER STRANIERI - ESU VERONA (AGOSTO/SETTEMBRE 2013)

Segnaliamo questa interessante iniziativa arrivata alle Federazioni Venete nel Mondo dall'ESU di Verona; il corso in se e' aperto anche a quei giovani veneti all'Estero che volessero approfondire la propria conoscenza della lingua e cultura Italiana. Informazioni e dettagli del caso nell'allegato pdf e contattando i riferimenti sotto indicati.

Il Direttivo del CVGE


Egr. Sig. Presidente,

con la presente si trasmette per conoscenza, su richiesta dell'Azienda per il Diritto allo Studio Universitario di Verona (ESU), Ente strumentale della Regione del Veneto, ed ai fini della massima diffusione tra le Comunità Venete, il materiale informativo relativo al "Corso intensivo di lingua e cultura italiana per stranieri – anno 2013" organizzato dal predetto ESU di Verona in collaborazione con l'Università degli Studi di Verona.

Per la prossima edizione del corso, che si terrà  a Verona dal 19 agosto all'11 settembre 2013, è stato ampliato il target di riferimento al fine di coinvolgere anche  le collettività venete all'estero e per permettere agli oriundi veneti  di venire nella nostra regione per riscoprire la lingua e la cultura italiana e, soprattutto, le proprie radici venete.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare la Direzione Benefici e Servizi agli Studenti dell'ESU di Verona – Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario ai seguenti recapiti:
tel. 0039  045 8052862 - 0039 045 8052812
e-mail: scambi.internazionali@esu.vr.it
indirizzo web: http://www.esu.vr.it


ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CSFO DI BATTAGLIA TERME (PD): PROGETTO "VENETI NEL MONDO"

Veicoliamo questa importante iniziativa rivolta ai giovani veneti nel mondo promossa dall'Istituto Nazionale Telematico per la Formazione e Certificazione delle Competenze CSFO s.r.l. di Battaglia Terme (PD) con il patrocinio della Regione Veneto.

Informazioni, spiegazioni e dettagli attualmente disponibili del corso sono inclusi negli allegati che la referente del progetto, dott.ssa Manuela Stocco, ci ha inviato.

Per ogni altra eventuale chiarificazione in merito la dott.ssa Stocco e' disponibile e puo' essere contattata ai suoi recapiti telefonici o di posta elettronica sotto elencati.

N.B.: consigliamo agli interessati di attivarsi per l'eventuale candidatura il prima possibile in quanto le selezioni saranno effettuate entro la fine del mese prossimo come anticipatoci dalla stessa dott.ssa Stocco.

Fabio Sandona'Melbourne – Australia

***

Spett. Comitato Giovani Veneti all'estero,

considerata la natura e la missione del Vostro Comitato, colgo l'occasione per informarVi di un Progetto recentemente approvato e finanziato dalla Regione del Veneto per la formazione dei giovani veneti all'estero.

Si tratta di un progetto sviluppato dal CSFO - Centro Studi Formazione e Orientamento, ente che vanta numerosi patrocini e accreditamenti presso la Regione del Veneto, in collaborazione con l'Istituto Nazionale Telematico di Battaglia Terme (Padova, Italia), azienda specializzata in tecniche e servizi di e-learning per la formazione professionale e continua.

Il progetto si propone di offrire gratuitamente alcune lezioni online (videocorsi) ad ex residenti del Veneto, che risiedano all'estero da almeno cinque anni, e a discendenti di Veneti all'estero fino alla terza generazione. I destinatari sono quindi giovani con un'età compresa fra i 18 e i 39 anni, appassionati di cultura italiana e desiderosi di acquisire utili competenze professionali; giovani che vogliano ricreare dei collegamenti con il Veneto, per iniziare un'attività imprenditoriale e/o facilitare collaborazioni e iniziative tra il Veneto e la loro comunità di residenza all'estero. Le candidature dei partecipanti saranno valutate in base alla loro lettera motivazionale.

Le videolezioni previste dal progetto, elencate nel PDF allegato, sono in lingua Italiana e costruite prestando attenzione alla validità dei contenuti, all'efficacia, alla funzionalità e alla gradevolezza delle tecniche di e-learning impiegate; esse saranno disponibili online, sulla nostra piattaforma di e-learning, in qualsiasi momento della giornata.

Le lezioni dovranno essere seguite entro il 31 Ottobre 2013. Al completamento del percorso formativo verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per attuare il progetto avremmo bisogno che Associazioni e Comitati come il Vostro ci aiutassero a diffondere l'iniziativa tra i giovani veneti all'estero e a trovare possibili destinatari interessati a seguire i videocorsi, magari pubblicizzando il progetto sul Vostro sito web o inviando e-mail informative ai Vostri contatti. Ovviamente nel caso Vi fosse possibile fornirci un elenco di possibili destinatari, ci occuperemmo noi di comunicare loro l'iniziativa.

Alleghiamo dunque la locandina del progetto (in italiano e in inglese) e la relazione illustrativa.


¯
¯
¯
Augurandoci di avere presto un Vostro riscontro, porgiamo cordiali saluti.

La referente di progetto
dott.ssa Manuela Stocco
Istituto Nazionale Telematico per la Formazione e la Certificazione delle Competenze
CSFO s.r.l.
Via Manzoni 19
35041 Battaglia Terme (PD)
Tel. 049 9101545
fax 049 9114000
e-mail: info@csfo.it