Il Comitato Giovani Veneti all’Estero è espressione concreta della volontà dei giovani di origine veneta sia di essere componenti attivi nella promozione del “Sistema Veneto” presso le rispettive realtà estere che di proporsi come organo di rappresentanza istituzionale e si pone come obiettivo primario lo sviluppo di iniziative bilaterali che portino benefici socio-economici-culturali reali e duraturi.

COMUNICATO STAMPA GIOVENTU' VENETA ARGENTINA E COMITATO DELLE ASSOCIAZIONI VENETE DELL'ARGENTINA

Buenos Aires, 23 marzo 2012.

Alla c.a.
              Dr. Gennaro Marotta
              Consigliere Regione Veneto

E p.c. :   Dr. Clodavaldo Ruffato
              Presidente Consiglio Regionale Regione Veneto

              Dr. Daniele Stival
              Assessore Flussi Migratori Regione Veneto

              Dr. Luca Baggio
              Presidente Commissione Consiliare competente in materia     

Gentile Consigliere,

in riferimento alla legge Finanziaria della Regione Veneto nonché alle discussioni per il finanziamento del VII Meeting dei Giovani Veneti, anno 2012, in nome della comunità veneta dell’ Argentina, e dei giovani veneti in particolare, vogliamo esprimere le considerazioni che seguono:

Le comunità venete all’estero sono state fortemente colpite da drammatici tagli previsti sui finanziamenti e contributi per le iniziative regionali a favore dei veneti nel mondo. I progetti di legge finanziaria e di bilancio 2012 che il Governo Regionale ha messo a considerazione del Consiglio Regionale prevedono una sottrazione di circa il 50% delle risorse destinate alle nostre comunita, le quali si aggiungono ai progressivi tagli operati negli ultimi anni. È importante ricordare che le conseguenze di questo ingiusto taglio mettono a rischio la continuità dei rapporti tra gli emigrati e loro discendenti e la Regione Veneto.

In questo contesto, la legge finanziaria in esame prevede la riforma dela L.R. 2/2003 ‘Nuove norme a favore dei veneti nel mondo’, incorporando la figura del Meeting dei Giovani Veneti  nel Mondo. Il Meeting si organizza senza interruzioni sin dall’anno 2005, quale una delle tante iniziative previste della citata legge regionale e finanziata con i fondi che essa prevede.

Sia ben chiaro allora, che il Meeting è nato da una proposta avanzata dalla Consulta Regionale dei Veneti nel Mondo – momento istituzionale previsto nella Legge 2/2003- per dare uno specifico ambito di partecipazione e rappresentanza ai giovani veneti residenti all’estero.  Il Meeting dei Giovani Veneti è l’unica occasione d’incontro per i giovani delegati delle Associazioni di emigrati operanti nel territorio veneto (le cosidette ‘associazioni storiche’) e i giovani delegati dei Comitati e Federazioni di associazioni venete operanti all’estero. Il Meeting non ha colori politici né appartiene a nessun partito. Il Meeting non è solo un’istanza di progettualità, ma serve a tutti i giovani veneti per capire la realtà dell’associazionismo veneto nel mondo, il suo legame, il presente e il futuro, e le possibilità che esso contribuisca ad afianzare la presenza del Veneto nel mondo.

L’inclusione della figura del Meeting nella normativa regionale non è altro che la ‘istituzionalizzazione’ di un incontro che finora si è dimostrato idoneo per attuare il principio stabilito al comma 5 dell’art 1 del nuovo Statuto Regionale votato all’unanimità dal Consiglio Regionale.

Caro Consigliere, ci creda,  i  giovani veneti residenti all’ estero, non sono nè bianchi, nè rossi, nè neri, nè verdi. Sono professionisti, commercianti, imprenditori, ecc.,-  alcuni di essi, nati in Veneto ed emigrati in questi ultimi tempi; altri sono figli, nipoti o pronipoti di veneti-,  fieri ed orgogliosi di portare nel cuore l’origine veneta e l’identità italiana.

Per tutto ciò, sig. Consigliere, quanto espresso da Lei in riferimento al Meeting come “un'iniziativa assolutamente inutile, targata ancora una volta Lega, per far arrivare dei giovani dall'estero, giunti qui si sentiranno dire che sono padani. Alla lontana, ma sempre padani",  non solo è un’idea sbagliata,  ma è anche – e ci creda che diciamo questo con profonda tristezza-, una grave offesa ai giovani veneti nel mondo e alla storia della emigrazione veneta che certamente Lei non può non conoscere.

Caro Consigliere,  l’attività della Coordinazione dei giovani veneti nel mondo è disponibile sul sito web http://www.comitatogiovaniveneti.org/, e l’attività delle nostre associazioni in Argentina è disponibile sul sito http://www.federacioncava.org.ar/.

All’Assessore Stival, al Presidente Ruffato, al Consigliere Baggio che leggono per conoscenza, chiediamo di fare conoscere ai Consiglieri tutti le nostre attività, forse anche organizzando –se fosse possibile- un’incontro istituzionale con il Consiglio Regionale in opportunità del prossimo Meeting.

Augurandoci che in futuro i veneti nel mondo non siano più strumentalizzati politicamente, e  invece vengano ‘approfittati’ quale vera e propria risorsa per il Veneto -oggi più che mai in questa situazione di crisi-, cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti e per rimanere a Vostra disposizione,

Dr. Marco Targhetta    - Coordinatore Nazionale G.V.A. (Gioventù Veneta Argentina)
Gr. Uff. Mariano R. Gazzola – Presidente C.A.V.A. (Comitato delle Associazioni Venete dell’Argentina)
Dr.ssa María Celeste D’Incà -  Comitato Giovani Veneti all’Estero – G.V.A.
Arch. Pietro Renzo Facchin    - Consultore Regionale –C.A.V.A.
Arch. Ivana Quaratti – Cordinamento G.V.A. – Gioventù Veneta di Santa Fe
Sig. Gustavo Belluomini – Coordinamento G.V.A. –Gioventù Veneta Rosario
Dr. Federico De Cristo – Coordinamento G.V.A.-Gioventù Veneta di Buenos Aires
Dr.ssa Laura Schulthoff – Coordinamento G.V.A. – Gioventù Veneta di Buenos Aires
Dott.ssa María Julieta Alvarez – Coordinamento G.V.A.- Gioventù Veneta di Rosario
Dr. Germán Andreatta – Coordinamento G.V.A. – Gioventù Veneta di Córdoba
Sig. Marcelo Carrara – Coordinamento G.V.A. – Gioventù Veneta di Mar del Plata

Questo post era postalizzato in in by Comitato Giovani Veneti all'Estero. Bookmark the permalink.

Comments are closed.